CICLOPASSIONE FORUM CICLISMO

Benvenuto - Welcome
CICLOPASSIONE FORUM CICLISMO

Il salotto virtuale dove discutere di grande CICLISMO - Iscriviti e condividiamo tutti la PASSIONE per il CICLISMO


Anti-Doping e Tritacarne mediatico

Condividi
avatar
BenoixRoberti
Tour de France
Tour de France

Messaggi : 7693
Numero di Crediti : 23498
Reputazione CicloSpassionata : 259
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 52
Località : Milano

Anti-Doping e Tritacarne mediatico

Messaggio Da BenoixRoberti il Ven Dic 20, 2013 7:17 pm

Una notizia tristissima, ma per fortuna poco fa lo hanno dichiarato fuori pericolo.
Jonathan Breyne ha assunto un mix di farmaci per suicidarsi.

http://www.sudinfo.be/886506/article/sports/cyclisme/2013-12-20/le-cycliste-mouscronnois-jonathan-breyne-a-tente-de-se-suicider-apres-l-annonce

Due giorni fa era stata dichiarata la sua positività al clenbuterolo.
http://www.ciclopassione.com/t767-bollettino-delle-positivita-all-antidoping#2701

C'è solo una parola (tristezza) ed un groppo in gola Crying or Very sad

Ps. Jonathan è di Mouscron come Frank Vandenbroucke. Stavolta almeno, i corsi e ricorsi storici non ci sono stati. Sad


************************


Il più pulito ha la rogna, e chi più ha la rogna comanda lo sport.
avatar
Fizz Terabike
Vattenfall Cyclassics
Vattenfall Cyclassics

Messaggi : 45
Numero di Crediti : 2236
Reputazione CicloSpassionata : 4
Data d'iscrizione : 14.10.12
Località : Cambiago/Andria

Re: Anti-Doping e Tritacarne mediatico

Messaggio Da Fizz Terabike il Sab Dic 21, 2013 11:26 am

Spero che questa triste vicenda insegni qualcosa ai giornalisti ed a chi ha in mano questo benedetto o maledetto antidoping.
Se effettivamente questo ragazzo non ha preso nulla ed è arrivato a tentare di suicidarsi per disperazione, c'è da domandarsi se fare il ciclista è ancora una professione seria, o un gioco al massacro per masochisti.
Incredibile quello che è successo ieri a Boeckmans e twitter ha contribuito a sputtanare questo ragazzo. Mille tweet sulla sua positività e pochissimi per la smentita.
Gli avvoltoi sono almeno animali utili nel loro lavoro sporco.
E di carogne ce ne sono in giro ...
 calcinculo 

vallelvo
Giro di Lombardia
Giro di Lombardia

Messaggi : 3067
Numero di Crediti : 10374
Reputazione CicloSpassionata : 573
Data d'iscrizione : 05.08.13

Re: Anti-Doping e Tritacarne mediatico

Messaggio Da vallelvo il Sab Dic 21, 2013 7:54 pm

Al di là di tutto sono ragazzi deboli, è mai possibile che nessuno dia loro una mano in questi frangenti. Dopo una positività, dovrebbero essere forzatamente seguiti da uno psicologo: in fondo dopo la tempesta torna il sereno.
 
Santambrogio aveva lanciato un grido di dolore, la Deste è stata criticata dai più per aver lanciato su twitter il tam tam, che forse l'ha salvato.
avatar
BenoixRoberti
Tour de France
Tour de France

Messaggi : 7693
Numero di Crediti : 23498
Reputazione CicloSpassionata : 259
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 52
Località : Milano

Re: Anti-Doping e Tritacarne mediatico

Messaggio Da BenoixRoberti il Sab Dic 21, 2013 9:01 pm

@vallelvo ha scritto:Al di là di tutto sono ragazzi deboli, è mai possibile che nessuno dia loro una mano in questi frangenti. Dopo una positività, dovrebbero essere forzatamente seguiti da uno psicologo: in fondo dopo la tempesta torna il sereno.
 
Santambrogio aveva lanciato un grido di dolore, la Deste è stata criticata dai più per aver lanciato su twitter il tam tam, che forse l'ha salvato.
Non hai ragione, di più!
Le Federazioni dovrebbero dotarsi di figure così, sono pienamente d'accordo con te. L'unica cosa che invece interessa loro è invece salvaguardare (ipocritamente ovviamente) le regole sportive, anche a costo di rasentare il ridicolo.
Si pensi ad esempio all'assurdo della vicenda di Birindelli e della giovanile del Pisa Calcio. E' tutto dire.
Alle federazioni della formazione e della salute dei ragazzi (compresa quella psicologica) non frega proprio nulla.
E invece sarebbe importante che in casi di genitori problematici, di positività all'antidoping, di incidenti, ecc., che ci fosse un personaggio competente incaricato dalla federazione a sentire il tesserato (e/o i familiari) per fornire tutta l'assistenza necessaria. Anche nel ciclismo operano degli ottimi "motivatori" che potrebbero anche operare senza gettoni impossibili. Ma frega qualcosa a qualcuno dei dirigenti?
In ogni caso raccolgo questa osservazione e provo a sondare ... Una buona idea Vallelvo.


************************


Il più pulito ha la rogna, e chi più ha la rogna comanda lo sport.

vallelvo
Giro di Lombardia
Giro di Lombardia

Messaggi : 3067
Numero di Crediti : 10374
Reputazione CicloSpassionata : 573
Data d'iscrizione : 05.08.13

Re: Anti-Doping e Tritacarne mediatico

Messaggio Da vallelvo il Mar Gen 28, 2014 2:44 pm

Mi fa strano sentire parlare di doping su Forum, Rete 4.

Intervento di Francesco Moser.........Davide De Zan.....
avatar
eliacodogno
Tirreno-Adriatico
Tirreno-Adriatico

Messaggi : 885
Numero di Crediti : 4155
Reputazione CicloSpassionata : 184
Data d'iscrizione : 30.07.13
Età : 30
Località : Susa (TO)

Re: Anti-Doping e Tritacarne mediatico

Messaggio Da eliacodogno il Mar Gen 28, 2014 2:51 pm

@vallelvo ha scritto:Mi fa strano sentire parlare di doping su Forum, Rete 4.

Intervento di Francesco Moser.........Davide De Zan.....
Forum??? confused  Racconta per favore!


************************


Davide

vallelvo
Giro di Lombardia
Giro di Lombardia

Messaggi : 3067
Numero di Crediti : 10374
Reputazione CicloSpassionata : 573
Data d'iscrizione : 05.08.13

Re: Anti-Doping e Tritacarne mediatico

Messaggio Da vallelvo il Mar Gen 28, 2014 3:05 pm

Ciò che mi fa rabbia c'è sempre di mezzo il ciclismo quando si parla di doping.
C'è un cicloamatore che non è stato accettato in una società perchè  nel 2000 è stato squalificato due anni per doping. Vorrebbe tornare a fare garette.
Ora parla mamma Pantani, accompagnata dall'avvocato DeRenzis. C'è pure la  Gazzetta (jenniti?).
Parlano di Marco dell'ematocrito ecc. La solita storia......
avatar
eliacodogno
Tirreno-Adriatico
Tirreno-Adriatico

Messaggi : 885
Numero di Crediti : 4155
Reputazione CicloSpassionata : 184
Data d'iscrizione : 30.07.13
Età : 30
Località : Susa (TO)

Re: Anti-Doping e Tritacarne mediatico

Messaggio Da eliacodogno il Mar Gen 28, 2014 3:27 pm

Alla mia richiesta avevo dimenticato di aggiungere un lol! 
Ma dai, Forum... bravehearth 
Per il resto correggo, c'è sempre di mezzo il ciclismo quando si starnazza sul doping; confermato anche alla luce della "testimonianza" di Di Luca


************************


Davide
avatar
BenoixRoberti
Tour de France
Tour de France

Messaggi : 7693
Numero di Crediti : 23498
Reputazione CicloSpassionata : 259
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 52
Località : Milano

Re: Anti-Doping e Tritacarne mediatico

Messaggio Da BenoixRoberti il Mar Gen 28, 2014 3:28 pm

Della parte di Pantani parliamone se siete d'accordo nel 3d dedicatogli.
Lo dico per rispetto dei fatti e, ammetto, per amore di Marco e della verità.
http://www.ciclopassione.com/t715-marco-pantani-l-assassinio

Grazie a te ho seguito una trasmissione che mai seguirei.
Ci era stato un mio amico in cui impersonava, se non ricordo male, il ruolo di un marito che teneva i serpenti in casa e la moglie gli chiedeva i danni. Smile


************************


Il più pulito ha la rogna, e chi più ha la rogna comanda lo sport.
avatar
eliacodogno
Tirreno-Adriatico
Tirreno-Adriatico

Messaggi : 885
Numero di Crediti : 4155
Reputazione CicloSpassionata : 184
Data d'iscrizione : 30.07.13
Età : 30
Località : Susa (TO)

Re: Anti-Doping e Tritacarne mediatico

Messaggio Da eliacodogno il Mar Gen 28, 2014 3:37 pm

@BenoixRoberti ha scritto:Ci era stato un mio amico in cui impersonava, se non ricordo male, il ruolo di un marito che teneva i serpenti in casa e la moglie gli chiedeva i danni. Smile
Piccola curiosità: impersonava nel senso che era un attore o si trattava di storia inventata?
c'era stato un periodo in cui facevano anche delle specie di video-segnalazioni (qualcosa come 10 anni fa) e avevano mandato un filmato con il cartolaio del mio paese che si lamentava che gli avevano piazzato i cassonetti davanti al negozio...e in effetti li tolsero Laughing 


************************


Davide
avatar
BenoixRoberti
Tour de France
Tour de France

Messaggi : 7693
Numero di Crediti : 23498
Reputazione CicloSpassionata : 259
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 52
Località : Milano

Re: Anti-Doping e Tritacarne mediatico

Messaggio Da BenoixRoberti il Mar Gen 28, 2014 3:45 pm

Totalmente inventata, faceva l'attore. Risale agli anni 90. Gli avevano dato 300.000 lire, che ad uno studente fuori corso facevano comodo.
Aveva anche partecipato, vincendo, alla Ruota della Fortuna. Anche lì si era presentato con una personalità diversa. Fast food tv, anzi, doping televisivo! Laughing


************************


Il più pulito ha la rogna, e chi più ha la rogna comanda lo sport.
avatar
eliacodogno
Tirreno-Adriatico
Tirreno-Adriatico

Messaggi : 885
Numero di Crediti : 4155
Reputazione CicloSpassionata : 184
Data d'iscrizione : 30.07.13
Età : 30
Località : Susa (TO)

Re: Anti-Doping e Tritacarne mediatico

Messaggio Da eliacodogno il Mar Gen 28, 2014 3:48 pm

Ah il mio dubbio era se a forum comparissero storie vere interpretate da attori o del tutto false, grazie del chiarimento Wink 


************************


Davide

vallelvo
Giro di Lombardia
Giro di Lombardia

Messaggi : 3067
Numero di Crediti : 10374
Reputazione CicloSpassionata : 573
Data d'iscrizione : 05.08.13

Re: Anti-Doping e Tritacarne mediatico

Messaggio Da vallelvo il Mar Gen 28, 2014 4:01 pm

Guardo un po' tutto, ho tempo da perdere. In casa mi criticano perchè secondo loro è tutto inventato.
A volte, raramente e starnazzano parecchio, c'è da imparare almeno per quanto riguarda la legge. Non certo culturalmente, la TV questa è.
avatar
BenoixRoberti
Tour de France
Tour de France

Messaggi : 7693
Numero di Crediti : 23498
Reputazione CicloSpassionata : 259
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 52
Località : Milano

Anti-Doping e Tritacarne mediatico

Messaggio Da BenoixRoberti il Mar Gen 28, 2014 4:18 pm

Senza di te me lo sarei perso e, nel complesso, un evento positivo.
Sul cicloamatore squalificato nel 2000 esprimo forti dubbi che sia tale. Smile


************************


Il più pulito ha la rogna, e chi più ha la rogna comanda lo sport.
avatar
eliacodogno
Tirreno-Adriatico
Tirreno-Adriatico

Messaggi : 885
Numero di Crediti : 4155
Reputazione CicloSpassionata : 184
Data d'iscrizione : 30.07.13
Età : 30
Località : Susa (TO)

Re: Anti-Doping e Tritacarne mediatico

Messaggio Da eliacodogno il Mar Gen 28, 2014 4:25 pm

@BenoixRoberti ha scritto:Senza di te me lo sarei perso e, nel complesso, un evento positivo.
Sul cicloamatore squalificato nel 2000 esprimo forti dubbi che sia tale. Smile
Anche lui "actor studio"? diavoletto 
Comunque ora quasi quasi mi spiace non averlo visto!


************************


Davide
avatar
BenoixRoberti
Tour de France
Tour de France

Messaggi : 7693
Numero di Crediti : 23498
Reputazione CicloSpassionata : 259
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 52
Località : Milano

Re: Anti-Doping e Tritacarne mediatico

Messaggio Da BenoixRoberti il Mar Gen 28, 2014 4:28 pm

Credo che lo si possa rivedere online domani, così potrai saltare il cicloam-attore. Laughing 


************************


Il più pulito ha la rogna, e chi più ha la rogna comanda lo sport.
avatar
eliacodogno
Tirreno-Adriatico
Tirreno-Adriatico

Messaggi : 885
Numero di Crediti : 4155
Reputazione CicloSpassionata : 184
Data d'iscrizione : 30.07.13
Età : 30
Località : Susa (TO)

Re: Anti-Doping e Tritacarne mediatico

Messaggio Da eliacodogno il Mar Gen 28, 2014 4:39 pm

Ottimo, mi aggiornerò Smile 


************************


Davide

vallelvo
Giro di Lombardia
Giro di Lombardia

Messaggi : 3067
Numero di Crediti : 10374
Reputazione CicloSpassionata : 573
Data d'iscrizione : 05.08.13

Re: Anti-Doping e Tritacarne mediatico

Messaggio Da vallelvo il Mar Gen 28, 2014 6:14 pm

Domani altra intervista delle iene sul doping al Prof. Tredici e a Feltrin.
avatar
eliacodogno
Tirreno-Adriatico
Tirreno-Adriatico

Messaggi : 885
Numero di Crediti : 4155
Reputazione CicloSpassionata : 184
Data d'iscrizione : 30.07.13
Età : 30
Località : Susa (TO)

Re: Anti-Doping e Tritacarne mediatico

Messaggio Da eliacodogno il Mer Gen 29, 2014 12:00 pm

@vallelvo ha scritto:Domani altra intervista delle iene sul doping al Prof. Tredici e a Feltrin.
Anticipazioni
Mediaset apre quasi un filone letterario su ciclismo e doping dunque


************************


Davide
avatar
Bolt Ecchia
Grand Prix de Ouest-France
Grand Prix de Ouest-France

Messaggi : 79
Numero di Crediti : 1867
Reputazione CicloSpassionata : 10
Data d'iscrizione : 18.11.13

Re: Anti-Doping e Tritacarne mediatico

Messaggio Da Bolt Ecchia il Mar Mag 13, 2014 2:19 pm

Raramente mi trovo d'accordo con Cristiano Gatti ma questa volta sono dalla sua parte.
Eugenio Capodacqua è un giornalaio una portiera di condominio e un autospurgo del giornalismo ciclistico. Comprendo che magari non ne voleva parlare nessuno di voi ma quando uno è così squallido va isolato e bastonato.
http://www.tuttobiciweb.it/index.php?page=attacchi&cod=76

Qualcuno avrebbe visto Eugenio Capodacque frequentare alcuni viados della periferia di Roma ...
Il livello è questo. disgusted

E adesso Kittel non parte...spaventato...disgustato da questo giornalismo squallido?


************************


Una donna ha bisogno di un uomo come un pesce ha bisogno di una bicicletta. (Il Trota al Giro della Padania Laughing)
La vita è come la bicicletta; sta su perché va. (Anselmo Bucci, Il pittore volante)
avatar
BenoixRoberti
Tour de France
Tour de France

Messaggi : 7693
Numero di Crediti : 23498
Reputazione CicloSpassionata : 259
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 52
Località : Milano

Re: Anti-Doping e Tritacarne mediatico

Messaggio Da BenoixRoberti il Mar Mag 13, 2014 5:39 pm

Capodacqua mette ulteriore carico al suo veleno. Bolt ci avevi visto giusto; questo giornalaio è ormai preso da deliri di onnipotenza, perché mette direttamente in relazione il ritiro di Kittel con la sua denuncia.
Notare dove dice che Kittel era stato coinvolto in una "storia di doping", l'ennesima BALLA di questo personaggio che ispira solo una enorme tristezza. disgusted 
Indicativo anche il livore malcelato e subdolo con cui lo stesso replica a Cristiano Gatti.


************************


Il più pulito ha la rogna, e chi più ha la rogna comanda lo sport.
avatar
Bolt Ecchia
Grand Prix de Ouest-France
Grand Prix de Ouest-France

Messaggi : 79
Numero di Crediti : 1867
Reputazione CicloSpassionata : 10
Data d'iscrizione : 18.11.13

Re: Anti-Doping e Tritacarne mediatico

Messaggio Da Bolt Ecchia il Mar Mag 13, 2014 6:00 pm

Capodacqua è sostanzialmente una brutta persona...ha un accanimento quasi personale un approccio fanatico ed un istinto sanguinolento


************************


Una donna ha bisogno di un uomo come un pesce ha bisogno di una bicicletta. (Il Trota al Giro della Padania Laughing)
La vita è come la bicicletta; sta su perché va. (Anselmo Bucci, Il pittore volante)
avatar
BenoixRoberti
Tour de France
Tour de France

Messaggi : 7693
Numero di Crediti : 23498
Reputazione CicloSpassionata : 259
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 52
Località : Milano

Re: Anti-Doping e Tritacarne mediatico

Messaggio Da BenoixRoberti il Mer Mag 14, 2014 12:44 pm

Della vicenda di ieri (ritiro di Kittel) e dell'altro ieri (l'articolo di Capodacqua che gettava ombre su Kittel) si possono trarre alcune importanti valutazioni.
Premetto che non si può metodologicamente mettere il braccio sul fuoco per nessuno e che nessuno è in grado di farlo, e proprio per questo mi chiedo perché Capodacqua possa invece mettere il braccio sul fuoco per la certa colpevolezza di tutti quelli che lui prende di mira.
E' importante capire di quali strumenti predittivi il Savonarola del Doping sia dotato:
- sfera di cristallo
- deliri notturni
- o informazioni riservate di strutture sportive che a lui non dovrebbero passare nulla - o a tutti indistintamente - vista la delicatezza delle info stesse, alle quali poi magari il predicatore-moralizzatore-avvelenatore-rosicante aggiunge sempre qualche leggenda delle sue per insaporire il tutto?

Premetto che di questa persona ho il più totale disprezzo umano. Il suo livore e le sue parole, per non dire la virtuale claque autoreferenziale di cui si dota sia sul suo sfigatissimo blog su Repubblica che nell'attaccare opinioni diverse su altri siti di settore come Tuttobiciweb (si legga ad esempio l'eroico Bartoli64, account di un vero pasdaran del sommo frate dell'inquisizione ciclistica), farebbero dei giacobini una confraternita moderata e di Robespierre un docile politico avvezzo al bieco compromesso.
Che questi supposti adepti virtuali della religione Capodacquatica esistano davvero e non siano invece frutto della mente contorta e rosicante del giornalaio romano non è dato saperlo.
L'unica cosa certa è che, come da classico mainframe trollo, chiunque non la pensa come il Savonarola è un propugnatore del vecchio sistema ed è un alleato del doping.
A leggere Tuttobici sembra che ci sia un esercito di cittadini disgustati dal doping e che la mafia in Italia sia in fondo una piccola cosetta al confronto.
E' evidente che la deformazione non è così diffusa, ma la sola proiezione di una mente malata e di qualche suo collegato (forse).
L'accanimento con cui i/il soggetto bolla le opinioni diverse è costantemente fanatico e maniacale, tanto da far apparire ridicola e lampante tutta l'operazione di "supposto supporto" alle teorie capodacquatiche.
Ciò che colpisce è che tutti questi/o scrivano in una forma omogenea con un linguaggio militaresco-burocratico, molto formale e con toni di scrittura retorica un po' arcaica, molto simile a quella utilizzata nei suoi articoli da Capodacqua. Ma ovviamente è un caso.
Parlando con le parole dello stesso, si potrebbe scrivere "Si vocifera che Capodacqua ed un paio di amici, fra cui un professore ricercatore senza conoscenza della statistica, abbiano creato decine di account su vari siti per diffondere il verbo dell'antidoping ...", del loro antidoping.

Chi di arma ferisce di arma perisce.
E come Robespierre che perse il filo della rivoluzione, accecato dalla brama assassina, anche il giornalaio romano un giorno o l'altro incapperà in un grosso ed irrimediabile merdone.

Ma stiamo ai fatti e cerchiamo di capire bene le cose, mettendo tutto nelle relative caselle.

IPOTESI 1
Delle frequentazioni di Kittel di un chiacchierato preparatore toscano, il moralizzatore ha saputo da un suo contatto (che magari ci aveva già messo qualcosa di suo). A questo qualcosa il moralizzatore vi ha aggiunto altra enfasi e leggenda e, a questo punto, ecco la prova della colpevolezza di Kittel e della frequentazione di ... (sarebbe Cecchini).
CONCLUSIONE: Se le cose stanno in questi termini Eugenio Capodacqua sarebbe semplicemente un infame cazzaro.

IPOTESI 2
Delle frequentazioni di Kittel, il moralizzatore ha parlato con qualche mammasantissima del Coni e dell'antidoping a comando e poi non ha resistito alla necessità di sparare in anteprima la notizia.
Non è la prima volta che Capodacqua si fa "consulente" dell'antidoping con iniziative ampiamente discutibili. Per supportare poi le indagini non si fa scrupoli nel pubblicare le maldicenze di qualche ex corridore rimasto con qualche sassolino nelle scarpe, utilizzando i peggiori strumenti della delazione e del "si dice in giro che sarebbe".
Si pensi a ciò che avvenne nel caso di Pozzato. L'accanimento di Capodacqua è tale da spingerlo a mettere le mani nella spazzatura per trovare qualcosa che gli permetta di continuare la sua attività di diffamatore professionista (che ovviamente in un ciclismo malato qualche volta ci azzecca).
CONCLUSIONE: Capodacqua sarebbe sempre un cazzaro e sarebbe grave, gravissimo che un funzionario dell'antidoping prendesse in considerazione voci ed articoli raccolti da un soggetto del genere.

IPOTESI 3
Su Kittel le informazioni sono arrivate da qualche funzionario dell'Antidoping con il quale il giornalaio intrattiene rapporti da qualche anno. A che titolo queste informazioni sarebbero uscite dagli uffici in favore dell'interessatissimo famelico di notizie di doping?
CONCLUSIONE: Che l'antidoping italiana sia una barzelletta non è un mistero per nessuno. Alla dirigenza sportiva italiana fa gioco che ci sia un qualcuno ed un qualche sport a dimostrare che i controlli si fanno. Il ciclismo si presta bene ed il giornalismo moralista di Capodacqua sarebbe perfettamente funzionale per tenere l'attenzione lontana da dove i controlli non vanno fatti e mostrare pertanto la "coscienza a posto".
Il giornalaio ha il dente avvelenato per le angherie (innegabili) subite dall'ambiente nel passato e ormai è impegnato unicamente in una cieca vendetta indiscriminata verso questo sport ed i cuoi attori che ipocritamente dice di voler difendere.

CONCLUSIONE FINALE
In qualsiasi caso, in ogni ipotesi possibile l'operato di Capodacqua è letteralmente squallido.
Per capire l'ipocrisia infinita di questo giornalaio si legga cosa ha scritto a Cristiano Gatti:
Caro Cristiano, sarò ancora più breve di te. Questa del metodo è l’osservazione più banale e ripetuta che ha accompagnato anni di doping selvaggio, assecondato e coperto da tanti media sventolando la bandiera del rispetto. “Hai ragione nei fatti, ma non è questo il modo”; non è il metodo giusto. Io dico che non si può combattere in punta di fioretto una guerra selvaggia ancora in corso fra mille furberie, che ha distrutto il patrimonio più importante del ciclismo, la credibilità. Oltre – particolare non secondario - la salute di tanti corridori. Perché – e lo sai – il ciclismo sta morendo. Poi anche per la legge italiana tanti indizi univoci valgono una prova, c’è gente che ha scontato anni di galera per processi indiziari. E nel caso specifico ce ne sono parecchi. Te li ho spiegati a voce. Dunque non mi dilungo. Il metodo non c’entra per nulla. Sulle amicizie, ognuno sceglie come vuole. L’importante è che non influenzino l’obbiettività di giudizio quando si vestono i panni del giornalista.

Ma davvero questo cialtrone ha veramente a cuore la salute di tanti corridori?
Li vuole (forse) salvare dalla chimica per ammazzarli con la sua maldicenza?

A Capodacqua è concesso da anni di sputtanare ed avvelenare gratuitamente il Giro (ovviamente non senza qualche ragione) dal suo "giornale", solo perché il Giro d'Italia è di proprietà del gruppo concorrente.
A lui è data carta bianca di spargere veleno e questo ha messo gli altri giornalisti di valore di Repubblica nell'imbarazzo, nel più totale imbarazzo.
L'ipocrisia di questo giornale è sistematica, evidente ed imbarazzante. Il ciclismo è finito nel mezzo di interessi diversi.
Il ciclismo non è credibile nella misura esatta in cui lo sono gli altri sport. Anzi, visto che qua i controlli hanno mietuto molte vittime, direi proprio che è paradossalmente molto più credibile, certamente ancora malato.

Il fanatismo di questo soggetto ha portato il suddetto a pretendere di appropriarsi della informazione antidoping e di definirne le pietre miliari, già perché Eugenio pretende di stabilire la verità e di essere sommo giudice. Guai a finire sulla sua lista nera.

Cosa voleva dire il Capodacqua con questa frase:
"Ad un collega, Cristiano Gatti del Giornale, non era piaciuto l’articolo del sottoscritto su “Repubblica” nel quale si allungavano sospetti sullo strapotere mostrato dal velocista tedesco. Dubbi definiti uno “schizzo gratuito di fango”, oggi confermati dall'abbandono"?

Se si trattava di un delirio, che si spinga il Savonarola a curarsi.
Se si trattava di un fatto oggettivo (la correlazione tra la denuncia di Capodacqua ed il ritiro) quali strumenti/documenti ha Capodacqua per poter affermare una cosa del genere?
Perché gli altri giornalisti non ne chiedono conto al Coni e perché la Rcs non si difende da questo sistematico logoramento alle spalle?

Nella giustizia ordinaria la fuga di notizie è perseguita, forse è il caso che questo venga esteso anche alla giustizia sportiva per evitare lo sfruttamento commerciale di queste notizie.
L'antidoping non può servire a vendere più copie di un giornalaccio o a creare il mito di un moralizzatore ... senza alcuna vera morale.


************************


Il più pulito ha la rogna, e chi più ha la rogna comanda lo sport.
avatar
BenoixRoberti
Tour de France
Tour de France

Messaggi : 7693
Numero di Crediti : 23498
Reputazione CicloSpassionata : 259
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 52
Località : Milano

Re: Anti-Doping e Tritacarne mediatico

Messaggio Da BenoixRoberti il Mer Mag 14, 2014 2:45 pm

Continua la "logorrea" da abuso di ego del giornalaio:
Il ciclismo ha una tradizione di “eroismo” e di “fachirismo” che non è più consona ai tempi in cui viviamo. Mettiamo che un corridore cada malamente batta la testa lasciandoci la pelle se la sentirebbe ancora di dire che le cadute fanno parte del ciclismo? O dobbiamo sempre aggrapparci alla solita fatalità? Io penso che prima di tutto vada salvaguardata la vita e la salute. Poi viene l’agonismo e lo spettacolo. Quanto a Kittel penso che tanti indizi fanno una prova. E questo vale anche per la legge italiana: tante gente è stata condannata in processi indiziari. Giusto o sbagliato che sia è una realtà. Un fatto e una certezza è che Kittel non ha rivelato i valori di potenza espressi in volata. Perchè? Vogliamo davvero credere che se lo avesse fatto i suoi avversari ne avrebbero tratto vantaggio? Quando tali valori si possono calcolare con sufficiente aderenza alla realtà con semplici formule? Quando questi calcoli di stima mostrano valori molti vicini a quelli realizzati da atleti manifestamente dopati in passato? Il miglioramento delle prestazioni arriva al punto da consentire ad un atleta non dopato di eguagliare oquasi un atleta dopato? Altro dato certo è la mancanza di chiarezza e la poca limpidezza. Kittel, inoltre, si è salvato da sanzioni doping in passato solo per la confusione e la contradittorità dei regolamenti Wada (aumento del trasporto di ossigeno o meno le trasfusioni NON a scopo terapeutico sono COMUNQUE vietate, anche quelle di vitamine se non prescritte dal medico). E qualcuno deve spiegare a cosa serve trattare il sangue con i raggi ultravioletti. Comunque il tempo è sempre galantuomo…

Sì, il tempo sarà galantuomo ... "Quanto a Kittel penso che tanti indizi fanno una prova. E questo vale anche per la legge italiana".
Quest'uomo mi provoca sempre più umano schifo. La legge italiana questo cialtrone nemmeno la conosce.


************************


Il più pulito ha la rogna, e chi più ha la rogna comanda lo sport.
avatar
Lemond
Giro di Lombardia
Giro di Lombardia

Messaggi : 3136
Numero di Crediti : 8803
Reputazione CicloSpassionata : 718
Data d'iscrizione : 30.07.13

Re: Anti-Doping e Tritacarne mediatico

Messaggio Da Lemond il Mer Mag 14, 2014 4:04 pm

Ma davvero pensa davvero che sommando gli indizi si possa fare una prova nel Diritto? Ma certo, per uno che è abituato ai P.M italiani tutto è possibile.  Very Happy


************************


Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
...
e i barbieri il lunedì Wink

Contenuto sponsorizzato

Re: Anti-Doping e Tritacarne mediatico

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


    La data/ora di oggi è Dom Giu 24, 2018 1:06 pm