CICLOPASSIONE FORUM CICLISMO

Benvenuto - Welcome
CICLOPASSIONE FORUM CICLISMO

Il salotto virtuale dove discutere di grande CICLISMO - Iscriviti e condividiamo tutti la PASSIONE per il CICLISMO


Anti-Doping e Tritacarne mediatico

Condividi
avatar
BenoixRoberti
Tour de France
Tour de France

Messaggi : 7693
Numero di Crediti : 23645
Reputazione CicloSpassionata : 259
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 52
Località : Milano

Anti-Doping e Tritacarne mediatico

Messaggio Da BenoixRoberti il Ven Dic 20, 2013 7:17 pm

Promemoria primo messaggio :

Una notizia tristissima, ma per fortuna poco fa lo hanno dichiarato fuori pericolo.
Jonathan Breyne ha assunto un mix di farmaci per suicidarsi.

http://www.sudinfo.be/886506/article/sports/cyclisme/2013-12-20/le-cycliste-mouscronnois-jonathan-breyne-a-tente-de-se-suicider-apres-l-annonce

Due giorni fa era stata dichiarata la sua positività al clenbuterolo.
http://www.ciclopassione.com/t767-bollettino-delle-positivita-all-antidoping#2701

C'è solo una parola (tristezza) ed un groppo in gola Crying or Very sad

Ps. Jonathan è di Mouscron come Frank Vandenbroucke. Stavolta almeno, i corsi e ricorsi storici non ci sono stati. Sad


************************


Il più pulito ha la rogna, e chi più ha la rogna comanda lo sport.

Admin
E3 Harelbeke
E3 Harelbeke

Messaggi : 1585
Data d'iscrizione : 13.10.12

Re: Anti-Doping e Tritacarne mediatico

Messaggio Da Admin il Gio Mag 29, 2014 12:07 pm

avatar
eliacodogno
Tirreno-Adriatico
Tirreno-Adriatico

Messaggi : 885
Numero di Crediti : 4302
Reputazione CicloSpassionata : 184
Data d'iscrizione : 30.07.13
Età : 31
Località : Susa (TO)

Re: Anti-Doping e Tritacarne mediatico

Messaggio Da eliacodogno il Gio Mag 29, 2014 12:22 pm

Ripeto, è surreale assistere a scambi del genere, mazzate ad un ciclismo che sulla strada sta offrendo un grande spettacolo in questi giorni. Al di là dei possibili retroscena, confermo l'impressione che molti corridori debbano svegliarsi, bisognerebbe pensare più a correre e meno al Teide, a controllare le radioline, i misuratori di potenza, i social network....


************************


Davide

meazza
E3 Harelbeke
E3 Harelbeke

Messaggi : 1236
Numero di Crediti : 5269
Reputazione CicloSpassionata : 113
Data d'iscrizione : 13.10.13

Re: Anti-Doping e Tritacarne mediatico

Messaggio Da meazza il Gio Mag 29, 2014 7:22 pm

Il limite del 50 per cento chi l ha voluto?
Il passaporto biologico?
la reperibilità? 
sempre i ciclisti per darsi un po di credibilità
fino a ieri pensavo che gli ispettori andassero anche al teide.. 
Nibali faceva bene a far silenzio o confermare che non si era visto nessuno
avatar
BenoixRoberti
Tour de France
Tour de France

Messaggi : 7693
Numero di Crediti : 23645
Reputazione CicloSpassionata : 259
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 52
Località : Milano

Re: Anti-Doping e Tritacarne mediatico

Messaggio Da BenoixRoberti il Gio Mag 29, 2014 7:30 pm

@meazza ha scritto:Il limite del 50 per cento chi l ha voluto?
Il passaporto biologico?
la reperibilità? 
sempre i ciclisti per darsi un po di credibilità
Il primo sì, gli altri due no.
Peppino vuoi sempre far passare una visione dei fatti molto "parziale" Razz 
Io non credo che tu non abbia compreso la vera natura di quel messaggio ed è quella tua frase piccata (direi reattiva) su Nibali che me lo fa pensare. Very Happy 


************************


Il più pulito ha la rogna, e chi più ha la rogna comanda lo sport.

meazza
E3 Harelbeke
E3 Harelbeke

Messaggi : 1236
Numero di Crediti : 5269
Reputazione CicloSpassionata : 113
Data d'iscrizione : 13.10.13

Re: Anti-Doping e Tritacarne mediatico

Messaggio Da meazza il Gio Mag 29, 2014 7:43 pm

Parziale.. io dico la mia
il passaporto è l evoluzione del suivis.. chiesto perché ematocrito e emoglobina non bastavano piu
al giornalista della gazzetta poteva rispondere che al teide non si era visto nessuno pero in un mese aveva subito cinque controlli..
Invece sul teide è stato zitto
avatar
BenoixRoberti
Tour de France
Tour de France

Messaggi : 7693
Numero di Crediti : 23645
Reputazione CicloSpassionata : 259
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 52
Località : Milano

Re: Anti-Doping e Tritacarne mediatico

Messaggio Da BenoixRoberti il Gio Mag 29, 2014 7:50 pm

@meazza ha scritto:Parziale.. io dico la mia
Certo, l'opinione lo è per definizione. Io parlo della visione. La limiti sempre a quella parte che ti serve.
Io al posto di Nibali, a prescindere da ogni altra cosa, avrei risposto nello stesso modo e con lo stesso fastidio.

Peppino, se vedi uno juventino chiedere il cartellino rosso o giallo allo stadio, non ti arrabbieresti?
Siamo lì Very Happy

Infine, come detto da Elìa ... poi magari un giorno ...
Io so che Wiggo a fine carriera, una sera, davanti ad una buona bottiglia subirà l'effetto pentothal. Laughing 


************************


Il più pulito ha la rogna, e chi più ha la rogna comanda lo sport.

meazza
E3 Harelbeke
E3 Harelbeke

Messaggi : 1236
Numero di Crediti : 5269
Reputazione CicloSpassionata : 113
Data d'iscrizione : 13.10.13

Re: Anti-Doping e Tritacarne mediatico

Messaggio Da meazza il Gio Mag 29, 2014 7:59 pm

Però il kenyano non ha detto i miei due rivali non han subito controlli qui al vulcano..
si è messo insieme agli altri..non come chiellini Very Happy 
Visto che ste preparazioni di 2 settimane al teide son diventate la regola.. mi aspettavo che li facessero anche li o è un'isola franca?
avatar
BenoixRoberti
Tour de France
Tour de France

Messaggi : 7693
Numero di Crediti : 23645
Reputazione CicloSpassionata : 259
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 52
Località : Milano

Re: Anti-Doping e Tritacarne mediatico

Messaggio Da BenoixRoberti il Gio Mag 29, 2014 8:02 pm

Spero non sia zona franca, o che lo sia per tutti.
Forse è solo di questa seconda possibilità che Froome si lamentava. Wink


************************


Il più pulito ha la rogna, e chi più ha la rogna comanda lo sport.

meazza
E3 Harelbeke
E3 Harelbeke

Messaggi : 1236
Numero di Crediti : 5269
Reputazione CicloSpassionata : 113
Data d'iscrizione : 13.10.13

Re: Anti-Doping e Tritacarne mediatico

Messaggio Da meazza il Gio Mag 29, 2014 8:10 pm

Ma proprio non t piace froome..
Da chi l ha conosciuto raccontano di una persona molto semplice ed educata
il contrario di armstrong
per nulla inarrivabile al contrario di altri big
avatar
BenoixRoberti
Tour de France
Tour de France

Messaggi : 7693
Numero di Crediti : 23645
Reputazione CicloSpassionata : 259
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 52
Località : Milano

Re: Anti-Doping e Tritacarne mediatico

Messaggio Da BenoixRoberti il Gio Mag 29, 2014 8:17 pm

@meazza ha scritto:Ma proprio non t piace froome..
Da chi l ha conosciuto raccontano di una persona molto semplice ed educata
il contrario di armstrong
per nulla inarrivabile al contrario di altri big
Ti sembrerà strano, ma sottoscrivo tutto il tuo post tranne la prima riga.
Ma questo non modifica la mia opinione sul professionista Froome.

Non è certamente un arrogante ed un supponente, ed è umanamente anche simpatico.
Però ha degli atteggiamenti pungenti che non gradisco per nulla, sobillato purtroppo anche dalla compagna, che ritengo una figura estremamente negativa.
Il suo esplicito lavoro ai fianchi per allontanare Wiggo non gli fa molto onore.


************************


Il più pulito ha la rogna, e chi più ha la rogna comanda lo sport.
avatar
eliacodogno
Tirreno-Adriatico
Tirreno-Adriatico

Messaggi : 885
Numero di Crediti : 4302
Reputazione CicloSpassionata : 184
Data d'iscrizione : 30.07.13
Età : 31
Località : Susa (TO)

Re: Anti-Doping e Tritacarne mediatico

Messaggio Da eliacodogno il Gio Mag 29, 2014 8:26 pm

Io ribadisco, meno presenza sui social network e più alle corse... quanto godrei nel vedere l'indio infilzare tutti questi vulcanologi


************************


Davide

meazza
E3 Harelbeke
E3 Harelbeke

Messaggi : 1236
Numero di Crediti : 5269
Reputazione CicloSpassionata : 113
Data d'iscrizione : 13.10.13

Re: Anti-Doping e Tritacarne mediatico

Messaggio Da meazza il Gio Mag 29, 2014 8:43 pm

@BenoixRoberti ha scritto:
@meazza ha scritto:Ma proprio non t piace froome..
Da chi l ha conosciuto raccontano di una persona molto semplice ed educata
il contrario di armstrong
per nulla inarrivabile al contrario di altri big
Ti sembrerà strano, ma sottoscrivo tutto il tuo post tranne la prima riga.
Ma questo non modifica la mia opinione sul professionista Froome.

Non è certamente un arrogante ed un supponente, ed è umanamente anche simpatico.
Però ha degli atteggiamenti pungenti che non gradisco per nulla, sobillato purtroppo anche dalla compagna, che ritengo una figura estremamente negativa.
Il suo esplicito lavoro ai fianchi per allontanare Wiggo non gli fa molto onore.
Diciamo che wiggo non ha fatto molto per rendersi simpatico..
a proposito di chi si è montato un po la testa..
wiggo 2014 sembra diverso e piu con i piedi per terra
pero evidentemente froome non l ha perdonato
avatar
BenoixRoberti
Tour de France
Tour de France

Messaggi : 7693
Numero di Crediti : 23645
Reputazione CicloSpassionata : 259
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 52
Località : Milano

Re: Anti-Doping e Tritacarne mediatico

Messaggio Da BenoixRoberti il Lun Giu 23, 2014 1:59 pm

Quando ho letto questi due articoli sono rimasto basito.
Il lobbista di Santilli (prossimo candidato presidente federale della banda romana) e della Granfondo di Roma ha scritto delle cose incredibili.
Dopo anni di articoli contro i ciclisti si è accorto che qualcosa nel sistema non funziona.
Meglio tardi che mai.

Gli articoli di CyclingPro sono i seguenti:
http://blog.cyclingpro.it/2014/06/17/doping-facchini-come-il-calciatore-pavoletti-colpa-leggera/
http://blog.cyclingpro.it/2014/06/18/agostini-sanguineti-facchini-la-crudele-ferocia-della-giustizia-sportiva/

Ebbene il buon Bonarrigo si è accorto che qualcosa di quell'antidoping suona un po' strano e che la caccia alle streghe nel ciclismo ha degli accenti un poco strani.

Quoto alcune parole pesanti del lobbista (ex censore solo) dei ciclisti:
_______________________________________________
DOPING, FACCHINI COME IL CALCIATORE PAVOLETTI: COLPA "LEGGERA"?
Se tutto è andato come dice il corridore, se davveroPatrick Facchiniè risultato positivo al tuaminoeptanosolfato per essersi spruzzato nel naso il comunissimo Rinofluimucil dovremo aspettarci per lui, com’è stato per l’attaccante del Sassuolo,Leonardo Pavoletti, una squalifica di soli 40 giorni?

Tutti commettiamo errori nel nostro lavoro. C’è anche chi ne commette di gravi, gravissimi: medici che sbagliano diagnosi o operazioni facili facendo del male ai pazienti, ingegneri o architetti che progettano o costruiscono edifici che non stanno in piedi, giudici che emettono sentenze inique. Qualcuno viene punito per i suoi errori, moltissimi la passano liscia. Nessuno – almeno in Italia – paga i suoi errori con il divieto perpetuo di tornare a esercitare la sua professione. Non il medico, non l’ingegnere, non il magistrato. Non il giornalista.

Uno dei pochi che oggi paga sempre e per sempre è il ciclista professionista, anche quando il suo errore è lieve, colposo, dovuto a leggerezza o distrazione. E specie quando, purtroppo, a commetterlo è un pesce piccolo, poco protetto, facile da scaricare.
...
Per paura di essere considerati dalla parte del doping e cancellare vecchi complessi di colpa, questo ciclismo è feroce, ingiusto, iniquo. Uci e Tribunale Antidoping sono spietati con i deboli e comprensivi con i forti. Le squadre hanno così paura di stare dalla parte sbagliata da prendere le distanze sempre e comunque dai loro atleti. Così un Agostini non trova più lavoro...
...


Il Sassuolo Calcio (patron Giorgio Squinzi) ha fatto quadrato attorno al suo calciatore Pavoletti, che aveva assunto lo stesso spray di Facchini. Ha fatto quadrato e giustamente perché riteneva che il doping fosse frutto di una leggerezza. Risultato: 40 giorni di squalificatimbrati e firmati dal Tribunale Nazionale Antidoping. La Procura non ha fatto ricorso. Vogliamo scommettere sull’entità della squalifica di Facchini?

Un Paese che consente a pregiudicati di essere leader politici o a medici condannati in sede penale definitiva per omicidio di esercitare comunque la loro professione impedisce invece a chi ha sbagliato pomata o spray di poter lavorare. Per sempre.

I ciclisti non devono essere come gli altri, devono essere migliori, al di sopra del bene o del male. Se per caso scivolano possono accomodarsi all’uscita, togliersi gentilmente di torno.
_______________________________________________

Cosa ci insegna questa storia? Perché se lo ammette il censore Bonarrigo, e non dei perdonatori professionisti come alcuni di noi, vuol dire che qualcosa in questo ciclismo e nel suo antidoping non va.
Dice bene Bonarrigo: "Un Paese che consente a pregiudicati di essere leader politici o a medici condannati in sede penale definitiva per omicidio di esercitare comunque la loro professione impedisce invece a chi ha sbagliato pomata o spray di poter lavorare. Per sempre."

Nel ciclismo un giorno probabilmente avremo un ex condannato a dirigerlo. Per adesso, storicamente, si è già riusciti a metterlo a capo di un organo di giustizia.
Mai prima si era riusciti ad avere un pregiudicato (abusi edilizi e ritiro patente) forcaiolo a dirigere un organo di giustizia.
Lo squallore in cui sta precipitando il ciclismo è figlio di questi arbitrii e non più del doping.
Nel doping si sta certamente affermando una etica condivisa nelle fasce più giovani, ma è l'assenza di etica nelle fasce dirigenziali che lascia sgomenti e senza parole.
Ormai il mondo del ciclismo non è più in grado di ripulirsi e di darsi una dirigenza decente. Anche qua bisognerà attendere la Magistratura per vedere ristabilite regole e giustizia, ritornando alle vecchie passioni sportive ed organizzative, allontanandosi dalle pelose e SOLO LUCRATIVE Granfondo, spesso fiscalmente borderline e organizzate solo per meri interessi personali e privati, con conseguente danno e sottrazione di risorse per il ciclismo vero, quello agonistico che va dagli esordienti ai professionisti.

Ne tengano conto Bonarrigo, CyclingPro e Ciclismo, quando dovranno gestire l'ufficio stampa di qualche particolare manifestazione romana-romana (nell'accezione peggiore in cui questo termine viene utilizzato, ma con il massimo rispetto per la città di Roma).


************************


Il più pulito ha la rogna, e chi più ha la rogna comanda lo sport.
avatar
BenoixRoberti
Tour de France
Tour de France

Messaggi : 7693
Numero di Crediti : 23645
Reputazione CicloSpassionata : 259
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 52
Località : Milano

Re: Anti-Doping e Tritacarne mediatico

Messaggio Da BenoixRoberti il Mer Ott 15, 2014 8:24 pm

Il libro di Hushovd sta provocando l'immancabile putiferio.
Non so se quello dei libri degli ex debba diventare per forza un dazio da pagare ogni volta o se il mondo del ciclismo sia diventato popolato da una prevalenza di masochisti assatanati di notizie pruriginose, un po' come i pedofili all'interno della Chiesa. Che il ciclismo abbia bisogno di un Papa Francesco?


************************


Il più pulito ha la rogna, e chi più ha la rogna comanda lo sport.
avatar
UribeZubia
E3 Harelbeke
E3 Harelbeke

Messaggi : 1403
Numero di Crediti : 6298
Reputazione CicloSpassionata : 491
Data d'iscrizione : 15.09.13

Re: Anti-Doping e Tritacarne mediatico

Messaggio Da UribeZubia il Gio Ott 16, 2014 5:16 pm

Non so in quanti abbiano già letto il libro di Hushovd che sarà distribuito da domani (17 ottobre) nelle librerie norvegesi... Question
avatar
BenoixRoberti
Tour de France
Tour de France

Messaggi : 7693
Numero di Crediti : 23645
Reputazione CicloSpassionata : 259
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 52
Località : Milano

Re: Anti-Doping e Tritacarne mediatico

Messaggio Da BenoixRoberti il Mar Gen 13, 2015 1:03 pm

Gli articoli della Gazzetta vanno presi ultimamente con le pinze, ma credo che questo articolo vada letto e riletto perché contiene elementi che fanno profondamente riflettere.
http://www.gazzetta.it/Ciclismo/09-01-2015/processo-lampre-doping-cunego-ballan-donati-nigrelli-100436266276.shtml

Si parla del processo Lampre che sta perdendo significatività e non sta arrivando a niente di concreto, ma si parla anche di Damiano Cunego e di alcuni valori che fanno parecchio discutere, vista la posizione pubblica assunta poi successivamente dal corridore.

Se invece di cavalcare un inutile battage mediatico si fossero affrontati i problemi con serietà, Damiano avrebbe risparmiato parecchie incomprensioni ed avrebbe favorito una concreta operazione di verità e confronto, che tutti gli avrebbero riconosciuto. Non è giusto pretendere da un uomo solo delle difficili aperture su argomenti delicati, ma lo scrivo convinto solo dalle posizioni prese a suo tempo da Damiano.

___________________________________________
Partiamo con il professor Donati, consulente Wada (agenzia mondiale antidoping) e autore nel 2010 della consulenza tecnica chiesta dal pm Condorelli. La sua deposizione ha strappato applausi per la correttezza: “Io sono un Maestro dello sport, non un medico. Io ero allenatore della Nazionale di atletica leggera negli Anni 80 e mi sono visto costretto a rassegnare le dimissioni perché la federazione mi aveva costretto a sottoporli a pratiche dopanti”. Già nella sua consulenza aveva puntato l’indice contro Damiano Cunego (allora alla Lampre, oggi alla Nippo) e il possibile uso di Epo. Oggi Donati l’ha ribadito: “Dalle intercettazioni emerge che allenatori, compagni e direttori sportivi non ne avevano grande stima, lo definiscono quasi un corridore finito. E nelle intercettazioni, Gelati (preparatore atletico della Lampre, ndr) suggerisce a Copeland (che è ancora direttore sportivo del team, ndr) di dare a Cunego del ferro via endovena, senza far sapere nulla a Guardascione (medico ufficiale della Lampre, ndr). Ebbene, o uno è anemico in modo grave, e assume il ferro in questo modo (che è molto pesante per il corpo), o l’utilizzo del ferro è sempre correlato all’assunzione di eritropoietina, Epo”. Donati entra nei dettagli: “Quando Cunego vinse il Giro nel 2004, aveva un ematocrito del 52-53% alla partenza e ha finito la corsa al 46-47%. La cosa strana è che un atleta che invecchia dovrebbe avere con il passare del tempo valori più bassi, e invece Cunego ha sempre valori molto alti”. Donati cita lo sms in cui Copeland manda a Gelati i valori di Cunego: e’ il 18 aprile 2009. Copeland: “Ematocrito 50,8, emoglobina 17. Fammi sapere se serve altro”. Risponde Gelati: “Solo ferro, valori ottimi”. E il 26 maggio 2009, a fine Giro, Copeland parla con Gelati dei valori di Cunego: “50,6 e 16,5”. Gelati: “Però. Mica è messo male”. Ci risulta comunque che l’Uci certificò un ematocrito naturalmente elevato di Cunego, sin da quando era junior.
___________________________________________

Tra doping ed antidoping l'ipocrisia l'ha fatta veramente da padrona. Uscirne sarebbe un gran risultato.


************************


Il più pulito ha la rogna, e chi più ha la rogna comanda lo sport.
avatar
BenoixRoberti
Tour de France
Tour de France

Messaggi : 7693
Numero di Crediti : 23645
Reputazione CicloSpassionata : 259
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 52
Località : Milano

Re: Anti-Doping e Tritacarne mediatico

Messaggio Da BenoixRoberti il Sab Gen 24, 2015 10:02 am

Perobeach, mi sono permesso di spostare il tuo post sulla radiazione di Leinders e la sospensione di Zorzoli, medico dell'Uci, proprio nel 3d della politica Uci, proprio perché il problema è politico, politico.
Il link al post:
http://www.ciclopassione.com/t766-notizie-varie-sull-uci-unione-ciclistica-internazionale#16319
che comunque copio anche qua:

@perobeach ha scritto:Ieri l'UCI ha radiato l'ex medico di Rabobank e Sky e sospeso il medico Zorzoli, facente parte di una propria commissione, se non erro.
In altro forum è stata posta la domanda riguardo all'eventuale presenza dello stesso Zorzoli a Madonna di Campiglio.
Non che la cosa in se' significhi qualcosa, però capire il perchè ed il per come è sempre un bene.
L'indiscrezione su Zorzoli-Campiglio mi sento di escluderla. Per l'Uci c'era un altro funzionario (non medico mi pare) che poi, qualche mese dopo, finì annegato in fondo ad un lago ghiacciato austriaco per un incidente.


************************


Il più pulito ha la rogna, e chi più ha la rogna comanda lo sport.

vallelvo
Giro di Lombardia
Giro di Lombardia

Messaggi : 3067
Numero di Crediti : 10521
Reputazione CicloSpassionata : 573
Data d'iscrizione : 05.08.13

Re: Anti-Doping e Tritacarne mediatico

Messaggio Da vallelvo il Sab Gen 24, 2015 10:35 am

Leggo: Kreuziger si è sottoposto alla macchina della verità....
avatar
UribeZubia
E3 Harelbeke
E3 Harelbeke

Messaggi : 1403
Numero di Crediti : 6298
Reputazione CicloSpassionata : 491
Data d'iscrizione : 15.09.13

Re: Anti-Doping e Tritacarne mediatico

Messaggio Da UribeZubia il Mar Gen 27, 2015 5:38 pm

http://www.raisport.rai.it/dl/raiSport/Articoli/Armstrong-Mi-sento-di-aver-vinto-quei-Tour-7699b556-fd90-49cf-bf8a-6bed693f8657.html

vallelvo
Giro di Lombardia
Giro di Lombardia

Messaggi : 3067
Numero di Crediti : 10521
Reputazione CicloSpassionata : 573
Data d'iscrizione : 05.08.13

Re: Anti-Doping e Tritacarne mediatico

Messaggio Da vallelvo il Mar Gen 27, 2015 6:20 pm

Che nel  2009 e 2010 fosse pulito, non si sa.

I tifosi ricordano gli anni in cui vinse tanti TDF da "pulito", almeno così ci era "propinato".

Ricordiamo  anche la sua fondazione Livestrong: visto che è una fondazione a fin di bene, tutto è lecito mi chiedo?

Ha fatto la fortuna del suo fornitore di biciclette, però ha preso in giro  tutti! Qualcuno ha anche pagato tanto per molto  meno.

E meno male che l'intervista non è di oggi, ha ragione nel  dire che c'è un enorme  buco senza vincitori in quei dannati anni di  guerra. Paragonare i suoi Tour "che gli sono stati tolti per colpa sua", non gli fa onore.

In quegli  anni tante le vittime dei campi di  sterminio, sicuramente  non per colpa loro, anzi.....e  qui mi fermo.

Tra l'altro sto  guardando lo Slalom di Schladming, performance eccezionali.......

perobeach
Gand-Wevelgem
Gand-Wevelgem

Messaggi : 299
Numero di Crediti : 2784
Reputazione CicloSpassionata : 34
Data d'iscrizione : 01.08.13

Re: Anti-Doping e Tritacarne mediatico

Messaggio Da perobeach il Ven Feb 27, 2015 11:16 am

Notizia del giorno : l'UCI chiede la revoca della Licenza ProTour per l'Astana.
Da incallito complottista deduco che :
- La vittoria di un italiano al Tour (quella dell'anno scorso) non è tollerata.
- Non fu tollerata quella di Pantani ed inventarono Armstrong.
- Non è tollerata quella di Nibali ed un presidente inglese pone le condizioni per non farlo correre (come fecero anche con Contador nel 2009).

vallelvo
Giro di Lombardia
Giro di Lombardia

Messaggi : 3067
Numero di Crediti : 10521
Reputazione CicloSpassionata : 573
Data d'iscrizione : 05.08.13

Re: Anti-Doping e Tritacarne mediatico

Messaggio Da vallelvo il Ven Feb 27, 2015 1:04 pm

Una volta si diceva "meglio tardi che mai", oggi mi sembra esagerino un po' troppo. Sempre sul filo del rasoio il ciclismo. Che succederà all'Astana, sicuramente un terremoto, ne farebbero le spese come sempre "i dipendenti".
Uci/Aigle Sad
avatar
BenoixRoberti
Tour de France
Tour de France

Messaggi : 7693
Numero di Crediti : 23645
Reputazione CicloSpassionata : 259
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 52
Località : Milano

Re: Anti-Doping e Tritacarne mediatico

Messaggio Da BenoixRoberti il Sab Feb 28, 2015 10:56 am

@perobeach ha scritto:Notizia del giorno : l'UCI chiede la revoca della Licenza ProTour per l'Astana.
Da incallito complottista deduco che :
- La vittoria di un italiano al Tour (quella dell'anno scorso) non è tollerata.
- Non fu tollerata quella di Pantani ed inventarono Armstrong.
- Non è tollerata quella di Nibali ed un presidente inglese pone le condizioni per non farlo correre (come fecero anche con Contador nel 2009).
Pero fammi fare una divagazione. Non voglio negare che la figura di Nibali possa essere indigesta al mondo anglosassone, potrebbe benissimo essere.
Ma ho la sensazione che la mancanza di "requisiti etici" della Astana abbia altre implicazioni.
Risalta fuori l'inchiesta di Padova, ma quali novità ci sono su quel fronte?
NESSUNA.

E allora cosa è successo? No non è lo studio di questa università di Losanna, certo che no.
Quelli sono studi che si usano, ma si possono anche cestinare se non servono alla bisogna.
Insomma: quali novità ci sarebbero sul fronte doping Astana?
Nessuna.

E allora cosa potrebbe avere smosso ed agitato le acque?
Semplice, basta porsi la domanda: chi mai potrebbe guadagnarci dallo smantellamento della Astana (che di suo ne ha comunque parecchi di problemi)?
- i principali concorrenti: Team Sky e Tinkoff. Sì certo, ma Cookson farebbe tutto questo per aiutare Froome ed esporsi DA SOLO ad una bufera? Per me è solo un ingrediente che interviene perché il contesto lo permette. Nulla più e soprattutto non è la causa scatenante.
- l'Uci per punire Vinokourov? Sì la ruggine c'è. Il biondino è storicamente un cliente d'oro del mito ferrarese, ma non è l'Uci a fare battaglie sostanziali di pulizia, se non per convenienza ed opportunità di business. Eppoi il mito ha ramificazioni forti in Svizzera, dove ha fatto business con faccendieri, avvocati e intermediari del giro dell'Uci. Sai che pandemonio uscirebbe?
- C'è un gruppo editoriale che invece nei mesi scorsi ha attaccato l'Astana e Nibali in maniera violenta per costringere il siciliano a mollare i kazaki. Perché e che interessi rappresentava quel gruppo, visto che l'inchiesta di Padova era chiusa da tempo e non vi erano novità?

Proviamo a capire il meccanismo perverso delle licenze Uci e proviamo ad inquadrare gli interessi in gioco.
Forse avremo un quadro più chiaro.
Butto lì una ipotesi di fantapolitica. Immaginiamo che uno, o forse due entità della penisola arabica siano pronte a mettere soldoni sul piatto che tanto piace all'Uci.

Chi ci guadagnerebbe da questa situazione? E come fare loro spazio?
A mio avviso, ragionando su questa base, avremmo le risposte su chi davvero alimenti questa guerra continua all'Astana. Il sottobosco affaristico che coinvolge procuratori, facendieri e dirigenti Uci è al lavoro per aprire questo fronte di business e nell'arco di 5 anni i team WT non costeranno più un minimo di 15 milioni, bensì una trentina.
E i team di vertice, che avranno sede fra Svizzera, Qatar, Dubai e Lussemburgo, costeranno anche 50 milioni di euro.
Se Nibali lasciasse l'Astana magari potrebbe guadagnare più di 4 milioni, e come lui altri a scalare. E poi non c'è solo Nibali.
Il serpente ciclismo sta cambiando pelle. E non so se questa pelle sia così bella.

Per la cronaca. Nella penisola arabica c'è il boom del ciclismo. In due anni sono decuplicate le corse e le persone che pedalano lungo le strade. Il ciclismo fa figo. Ma è ciclismo?

Di cosa stavamo parlando? Ah sì, di doping e tritacarne mediatico. Azz ... sono finito fuori tema. Embarassed  O forse no. Wink


************************


Il più pulito ha la rogna, e chi più ha la rogna comanda lo sport.

meazza
E3 Harelbeke
E3 Harelbeke

Messaggi : 1236
Numero di Crediti : 5269
Reputazione CicloSpassionata : 113
Data d'iscrizione : 13.10.13

Re: Anti-Doping e Tritacarne mediatico

Messaggio Da meazza il Lun Mar 02, 2015 7:35 pm

@BenoixRoberti ha scritto:

Per la cronaca. Nella penisola arabica c'è il boom del ciclismo. In due anni sono decuplicate le corse e le persone che pedalano lungo le strade. Il ciclismo fa figo. Ma è ciclismo?

Boom di corse pro..
ma il ciclismo non ha preso minimamente (almeno cosi' m ha detto un mio amico in Dubai)
ma pure il calcio in quei posti fatica

leonzi
Gand-Wevelgem
Gand-Wevelgem

Messaggi : 275
Numero di Crediti : 2395
Reputazione CicloSpassionata : 142
Data d'iscrizione : 16.11.14
Età : 46
Località : Orbetello

Re: Anti-Doping e Tritacarne mediatico

Messaggio Da leonzi il Mer Mar 04, 2015 10:06 pm

@BenoixRoberti ha scritto:
@perobeach ha scritto:Notizia del giorno : l'UCI chiede la revoca della Licenza ProTour per l'Astana.
Da incallito complottista deduco che :
- La vittoria di un italiano al Tour (quella dell'anno scorso) non è tollerata.
- Non fu tollerata quella di Pantani ed inventarono Armstrong.
- Non è tollerata quella di Nibali ed un presidente inglese pone le condizioni per non farlo correre (come fecero anche con Contador nel 2009).
Pero fammi fare una divagazione. Non voglio negare che la figura di Nibali possa essere indigesta al mondo anglosassone, potrebbe benissimo essere.
Ma ho la sensazione che la mancanza di "requisiti etici" della Astana abbia altre implicazioni.
Risalta fuori l'inchiesta di Padova, ma quali novità ci sono su quel fronte?
NESSUNA.

E allora cosa è successo? No non è lo studio di questa università di Losanna, certo che no.
Quelli sono studi che si usano, ma si possono anche cestinare se non servono alla bisogna.
Insomma: quali novità ci sarebbero sul fronte doping Astana?
Nessuna.

E allora cosa potrebbe avere smosso ed agitato le acque?
Semplice, basta porsi la domanda: chi mai potrebbe guadagnarci dallo smantellamento della Astana (che di suo ne ha comunque parecchi di problemi)?
- i principali concorrenti: Team Sky e Tinkoff. Sì certo, ma Cookson farebbe tutto questo per aiutare Froome ed esporsi DA SOLO ad una bufera? Per me è solo un ingrediente che interviene perché il contesto lo permette. Nulla più e soprattutto non è la causa scatenante.
- l'Uci per punire Vinokourov? Sì la ruggine c'è. Il biondino è storicamente un cliente d'oro del mito ferrarese, ma non è l'Uci a fare battaglie sostanziali di pulizia, se non per convenienza ed opportunità di business. Eppoi il mito ha ramificazioni forti in Svizzera, dove ha fatto business con faccendieri, avvocati e intermediari del giro dell'Uci. Sai che pandemonio uscirebbe?
- C'è un gruppo editoriale che invece nei mesi scorsi ha attaccato l'Astana e Nibali in maniera violenta per costringere il siciliano a mollare i kazaki. Perché e che interessi rappresentava quel gruppo, visto che l'inchiesta di Padova era chiusa da tempo e non vi erano novità?

Proviamo a capire il meccanismo perverso delle licenze Uci e proviamo ad inquadrare gli interessi in gioco.
Forse avremo un quadro più chiaro.
Butto lì una ipotesi di fantapolitica. Immaginiamo che uno, o forse due entità della penisola arabica siano pronte a mettere soldoni sul piatto che tanto piace all'Uci.

Chi ci guadagnerebbe da questa situazione? E come fare loro spazio?
A mio avviso, ragionando su questa base, avremmo le risposte su chi davvero alimenti questa guerra continua all'Astana. Il sottobosco affaristico che coinvolge procuratori, facendieri e dirigenti Uci è al lavoro per aprire questo fronte di business e nell'arco di 5 anni i team WT non costeranno più un minimo di 15 milioni, bensì una trentina.
E i team di vertice, che avranno sede fra Svizzera, Qatar, Dubai e Lussemburgo, costeranno anche 50 milioni di euro.
Se Nibali lasciasse l'Astana magari potrebbe guadagnare più di 4 milioni, e come lui altri a scalare. E poi non c'è solo Nibali.
Il serpente ciclismo sta cambiando pelle. E non so se questa pelle sia così bella.

Per la cronaca. Nella penisola arabica c'è il boom del ciclismo. In due anni sono decuplicate le corse e le persone che pedalano lungo le strade. Il ciclismo fa figo. Ma è ciclismo?

Di cosa stavamo parlando? Ah sì, di doping e tritacarne mediatico. Azz ... sono finito fuori tema. Embarassed  O forse no. Wink

non mi convince molto la tesi da fantapoliica. Se qualcuno coi soldi volesse entrare nel world tour non ha bisogno di far fuori qualcun altro, c'è ancora una licenza libera, e se proprio si volesse far la guerra a qualcuno, converrebbe puntare un pesce più piccolo. Voglio dire: se hai 30 milioni da investire, ci compri 3 volte la Lampre e ti avanza pure qualcosa; se ti interessa Nibali o Aru, gli offri qualche milione e te li prendi, non c'è bisogno che fai saltare l'Astana.
avatar
UribeZubia
E3 Harelbeke
E3 Harelbeke

Messaggi : 1403
Numero di Crediti : 6298
Reputazione CicloSpassionata : 491
Data d'iscrizione : 15.09.13

Re: Anti-Doping e Tritacarne mediatico

Messaggio Da UribeZubia il Gio Apr 16, 2015 9:07 pm

Il procuratore federale belga ha chiesto una condanna di due anni per Greg Van Avermaet nell'inchiesta che ruota attorno al dottor Mertens.

http://www.gazzetta.it/Ciclismo/16-04-2015/doping-greg-van-avermaet-corticosteroide-rischio-squalifica-mertens-richieste-110473447137.shtml

Contenuto sponsorizzato

Re: Anti-Doping e Tritacarne mediatico

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


    La data/ora di oggi è Dom Nov 18, 2018 3:09 pm