CICLOPASSIONE FORUM CICLISMO

Benvenuto - Welcome
CICLOPASSIONE FORUM CICLISMO

Il salotto virtuale dove discutere di grande CICLISMO - Iscriviti e condividiamo tutti la PASSIONE per il CICLISMO


Salviamo il Vigorelli

Condividi
avatar
cauz.
Gand-Wevelgem
Gand-Wevelgem

Messaggi : 322
Numero di Crediti : 3371
Reputazione CicloSpassionata : 106
Data d'iscrizione : 14.10.12
Località : milano

Salviamo il Vigorelli

Messaggio Da cauz. il Mer Ott 09, 2013 12:32 am

questo topic sarà un copia/incolla di quanto scrivo e scrivevo sul vecchio forum... se Ben è d'accordo.
credo e spero (per alcuni ne sono certo) che la battaglia per il vigorelli vi interessi, e quindi riporto pure qui le notizie in merito.

inizio con una buona Smile

il ministero per i beni culturali ha accolto la nostra richiesta emettendo un vincolo di tutela sulla pista del vigorelli.
questo dovrebbe scongiurarne la demolizione, e anzi obbligare il comune al restauro.

http://www.beniculturali.it/mibac/export/MiBAC/sito-MiBAC/Contenuti/MibacUnif/Comunicati/visualizza_asset.html_518789659.html
Concluso il procedimento di verifica dell’interesse culturale del Velodromo Maspes-Vigorelli

Viste le notizie di stampa pubblicate in questi giorni, la Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Lombardia comunica in via ufficiale che con il Decreto del Direttore Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Lombardia del 3 ottobre 2013 si è concluso il procedimento di verifica dell’interesse culturale ai sensi degli articoli 10 e 12 del Decreto Legislativo 42/2004 e s.m.i. del Velodromo Maspes-Vigorelli, avviato su istanza del Comune di Milano in data 17 giugno 2013.
Il Decreto conferma che il Velodromo Vigorelli è un bene culturale, così come avvenuto per altri velodromi storici italiani.
Non si tratta, come erroneamente riportato dalla stampa, di una bocciatura del progetto vincitore del concorso, ma di un procedimento autonomo e preliminare alle successive fasi di progettazione e alle relative autorizzazioni. Il Velodromo era vincolato anche prima del concorso: con il Decreto si sono precisati gli effettivi elementi di interesse del Vigorelli e la centralità della conservazione e dell’uso della pista storica, ammessa peraltro dal bando.
La Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Lombardia offre la piena disponibilità ad avviare un confronto con il Comune di Milano per rendere compatibile il progetto vincitore con il Decreto di tutela.
E’ nell’interesse di tutti che il Vigorelli diventi un monumento vivo e aperto alla città.

Milano, 8 ottobre 2013


tutti i condizionali sono dovuti al probabile iter di appelli e ricorsi che seguirà questa notizia. è ovvio che il comune scenderà sul piede di guerra, pero' questo è un altro punticino per i ciclisti.
ora c'è da battersi per evitare che questo non porti alla paralisi (già minacciata dal comune) ma al proseguire dei lavori correggendo la rotta.

vogliamo un velodromo, non un museo. :yes:


************************


"Il male trionfa sempre, perche' il bene e' stupido" [lord casco]
confindustrial.noblogs.org | veloclub.tumblr.com | bikeitalia.it/author/cauz/ | hoilciclo.wordpress.com | @cauz_
"Ho gettato alle ortiche tutti i filtri antispam..."
avatar
cauz.
Gand-Wevelgem
Gand-Wevelgem

Messaggi : 322
Numero di Crediti : 3371
Reputazione CicloSpassionata : 106
Data d'iscrizione : 14.10.12
Località : milano

Re: Salviamo il Vigorelli

Messaggio Da cauz. il Mer Ott 09, 2013 4:34 pm

COMUNICATO STAMPA. COMITATO VELODROMO VIGORELLI.
"PISTA VINCOLATA: UNA VITTORIA DI TAPPA"



Milano, 09 ottobre 2013

Apprendiamo con soddisfazione la notizia della decisione del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo di emanare un decreto di vincolo relativo al Velodromo Vigorelli e alla sua storica pista. Un vincolo figlio della richiesta da noi presentata lo scorso maggio, in rappresentanza di squadre, associazioni e singoli ciclisti rimaste duramente colpite dal progetto di smantellamento della pista approvato dal Comune di Milano.

Dovremmo festeggiare la vittoria raggiunta, non neghiamo di esserne compiaciuti, ma siamo altresì coscienti che questa non è che una vittoria parziale, un successo di tappa quando mancano ancora parecchi chilometri alla conquista della maglia rosa finale. Non ci riterremo soddisfatti finchè non potremo tornare a pedalare nella magia del Velodromo più importante del mondo.

Confidiamo dunque che questo passaggio serva per tracciare una linea e ripartire da zero attraverso una nuova fase di collaborazione concreta tra tutti soggetti coinvolti nella rinascita dello storico velodromo (dal Comune alle federazioni, dal ciclismo al football americano, sino agli altri sport compatibili con la struttura) che porti finalmente all’elaborazione di un progetto concreto di sviluppo e di gestione.

Da parte nostra, ribadiamo la nostra completa disponibilità a condividere quanto ideato e costruito negli anni della nostra campagna e a vigilare su come si evolverà la vicenda, consci della necessità di una struttura multifunzionale ma convinti che l’identità stessa del “nostro” velodromo veda nel Ciclismo uno dei suoi attori principali.


Comitato Velodromo Vigorelli

comitato.velodromo.vigorelli@gmail.com


************************


"Il male trionfa sempre, perche' il bene e' stupido" [lord casco]
confindustrial.noblogs.org | veloclub.tumblr.com | bikeitalia.it/author/cauz/ | hoilciclo.wordpress.com | @cauz_
"Ho gettato alle ortiche tutti i filtri antispam..."
avatar
cauz.
Gand-Wevelgem
Gand-Wevelgem

Messaggi : 322
Numero di Crediti : 3371
Reputazione CicloSpassionata : 106
Data d'iscrizione : 14.10.12
Località : milano

Re: Salviamo il Vigorelli

Messaggio Da cauz. il Lun Ott 28, 2013 4:41 pm

oggi è il 78esimo compleanno del vigorelli.
i miei auguri Smile

http://www.bikeitalia.it/2013/10/28/28-ottobre-il-compleanno-di-un-velodromo/


************************


"Il male trionfa sempre, perche' il bene e' stupido" [lord casco]
confindustrial.noblogs.org | veloclub.tumblr.com | bikeitalia.it/author/cauz/ | hoilciclo.wordpress.com | @cauz_
"Ho gettato alle ortiche tutti i filtri antispam..."
avatar
cauz.
Gand-Wevelgem
Gand-Wevelgem

Messaggi : 322
Numero di Crediti : 3371
Reputazione CicloSpassionata : 106
Data d'iscrizione : 14.10.12
Località : milano

Re: Salviamo il Vigorelli

Messaggio Da cauz. il Dom Nov 10, 2013 6:19 pm

per i milanesi interessati, mercoledì da rossignoli si parla di vigorelli e dello storico record dell'ora di fausto coppi.
http://blog.rossignoli.it/2013/11/coppi-e-il-vigorelli.html


************************


"Il male trionfa sempre, perche' il bene e' stupido" [lord casco]
confindustrial.noblogs.org | veloclub.tumblr.com | bikeitalia.it/author/cauz/ | hoilciclo.wordpress.com | @cauz_
"Ho gettato alle ortiche tutti i filtri antispam..."
avatar
cauz.
Gand-Wevelgem
Gand-Wevelgem

Messaggi : 322
Numero di Crediti : 3371
Reputazione CicloSpassionata : 106
Data d'iscrizione : 14.10.12
Località : milano

Re: Salviamo il Vigorelli

Messaggio Da cauz. il Mar Dic 03, 2013 2:10 pm

un bellissimo omaggio al vigorelli, scritto parecchi anni orsono da un grandissimo di cui oggi si celebrano i funerali
(trovato su ciclisucarta http://ciclisucarta.wordpress.com/2013/12/02/mario-fossati-1922-2013/)


Il Vigorelli, lo “Stradivari” della pista, di Mario Fossati
da “L’uomo a due ruote. Avvventura, Storia e passione”. Electa, Milano, 1987

I vecchi della parrocchia – che è la consorteria che conosce tutti i record della pista – si affacciano a uno a uno alla gran porta dello stadio, all’ellisse di abete dal disegno tanto puro. Sono increduli. La cifra per il ripristino è stata stanziata. Il parquet verrà raschiato, rappezzato, verniciato… La tettoia, che ricopriva la pista fin oltre la fascia azzurra di riposo, verrà ricostruita. Un anno di lavoro eppoi, a settembre, dovremmo riascoltare il rombo sordo che le ruote leggere sollevano al passaggio sulle tessere di legno: un rombo, sosteneva Anteo Carapezzi, l’antico direttore del velodromo, che ha il potere di infondere una distensione completa.
Anteo Carapezzi, il padre di Adone Carapezzi ( il noto telecronista) mi ha raccontato la fine del velodromo Sempione e la nascita del velodromo Vigorelli. Il vecchio Carapezzi amava la pista e soprattutto amava che altri l’amassero. Credo che per questo mi avesse preso in simpatia. Al Vigorelli approdava mezzo mondo. Vi lavoravano d’agilità gli sprinter e gli americanisti, che giravano i cinque continenti.
Carapezzi mi dava la voce dal prato, dalla pelouse, e io lo accompagnavo verso la curva Nord, che era, a suo avviso, la piu’ sofferente. Carapezzi ne accarezzava le tessere. Le curve al tramonto sono alti muri che scalano l’oscurità. Carapezzi parlava, parlava. “Adesso le voglio dire una cosa. Questo capolavoro qui, che è bello come un violino di Stradivari, è nato per caso. Hanno abbattuto il Sempione e fu un delitto. E sa perché hanno distrutto il Sempione? Perché accadeva che il Girardengo preferisse una mia riunione su pista al Giro di Lombardia.”
“A provocare la distruzione del Sempione è stato Emilio Colombo, patriarca dello sport milanese, direttore de ‘La Gazzetta dello Sport’. A Colombo le debolezze verso la pista da parte di ‘Gira’ e degli altri davano maledettamente sui nervi. Un bel mattino, al Sempione, su ordine telegrafico giunto da Roma, arrivo’ una squadra di muratori. I muratori salirono su una curva e ne tagliarono una fetta. Un’infamia! Mori’ il Sempione e per anni i pistaioli italiani furono comoe morti. Io mi ritrovai disoccupato. Per sbarcare il lunario mi diedero un posto di custode al campo del Milan.”
Un giro di vite al discorso.
“Nel 1932 ci fu il mondiale a Roma. L’architetto Schurmann, un architetto con licenza tedesca, disegno’ la pista: la Carpenteria Bonfiglio di Milano la mise in opera. La pista venne alzata nello stadio del partito (l’attuale Flaminio). Finito il mondiale venne impacchettata e rispedita a Milano. Eravamo nel 1935. L’anno dopo ci sarebbero state le Olimpiadi di Berlino. Una pista sarebbe stata utilissima alla preparazione. Lei sa come sono i milanesi. E’ importante sempre e comunque fare. Subito all’impiedi le strutture di un velodromo semicoperto e poco distante dal defunto Sempione. Quando si tratto’ di montare la pista subito s’accorsero che le tribune gli andavano strette.
“Io dicevo a Bonfiglio: ‘Se questi matti svuotano l’incavo dello stadio di tanti metri cubi di terra, tu fai due parti delle curve e le ricuci, la pista ci entra e sotto il livello del suolo, semicoperta, ti diventa la pista piu’ scorrevole del mondo.’ L’umidità delle notti milanesi avrebbe imbevuto le tessere facendole rivivere. L’inverno – Bonfiglio ne era certo – avrebbe soltanto alzato il legno in una grande gobba, all’ingresso della dirittura del traguardo. Il tepore della primavera avrebbe spianato la gobba. Cosi’ fu. Il Vigorelli affidato al cavalier Giacomo Grassi era nato”.
La storia del Vigorelli fatta di record, di campionati, di match sfociava, nel discorso di Carapezzi nella terribile notte dell’estate del 1944 quando una pioggia di bombe incendiarie cadde su Milano. Il Battista, l’antico custode, si sentiva chiamato in causa.
“Guardi, un baccano da fare saltare le orecchie. Io capisco a volo e li porto via i miei, in camicia da notte. Mia madre, poveretta, si sveglia e crede di sentire suonare le trombe del Giudizio. Io mi sono voltato un istante: c’erano gocce di fuoco dappertutto: la pista era un anello di fuoco. Illuminava l’erba del prato che sembrava entrata nelle sue radici. Un inferno”.
L’indomani, il Vigorelli pareva lo scheletro di un enorme mammuth. La guerra, la Liberazione. Carapezzi sorrideva.”Lei mi dica se in Italia le cose le realizzano sempre per caso o per irritazione nervosa. Il cavalier Grassi, dunque, si dà da fare per trovare un operatore economico, che costruisca e investa nel Vigorelli. Hai voglia! ‘La Gazzetta dello Sport’ freme: scrive che noi si mette un mattone di giorno e che lo si toglie la notte. Grassi si rivolge anche a suo figlio, Luigi, che fa il giornalista. ‘Ma tu’, gli chiede, non conosci nessuno che abbia il grano e la voglia?’ Luigi risponde: ‘C’è un mio compagno di scuola, Vittorio Strumolo, tifoso di Tano Belloni, che sa di sport e di economia’.
“Un colpo di telefono e appare Strumolo. Un altro colpo di telefono: è Strumolo a chiamare il commendator Zafferri. L’affare è fatto. Tanti sacchi di cemento: tanti cubi di legname: non piu’ abete degli Urali ma abete delle Alpi, le cui essenze sono identiche. Ed ecco il Vigorelli”.
Il ciclismo personifica i percorsi. Le tappe di un Giro o di un Tour possono essere aspre, maligne, perfino iodate e, quando il pavé le incarognisce, anche immonde. Il velodromo Vigorelli – questa ellisse lunga 397 metri – è l’ultima pista personificata che io conosca. L’assessore di cui ricorda il nome non è piu’. Non avrebbe mai immaginato che il suo ricordo sarebbe stato tramandato per mezzo secolo, in maniera anche burrascosa.
Il vascello del Velo’ d’Hiver è affondato sulle rive della Senna. Il piccone demolitore ha sgretolato il cemento rosa del Parc des Princes. Il Vigorelli è sfuggito agli indesiderabili che lo avrebbero voluto degradare a cinodromo. I patiti del rock, che la “parrocchia” con sdegno eccessivo chiamava “i tremolanti”, hanno increspato il parquet e ferito le curve. Un bruttissimo giorno di anni or sono la tettoia, gravata dalla neve, è finita a scivolo sulla pista, che la federazione ciclistica aveva appena ripristinato. La S.I.S di Strumolo non esisteva piu’.
Il presidente della Federciclismo Agostino Omini si dava un gran daffare perché il Vigorelli tornasse agli onori del mondo. Gli abitanti del borg di scigolatt, della zona sei, che il Vigorelli lo avevano conosciuto bambini, non soltanto sospiravano sulle sorti ma premevano per una quarta resurrezione. (I cagnari, il cui avvento era stato arginato e respinto a furor di popolo, avevano sconciato l’impianto sino alla soglia della distruzione.)
La pista venne parzialmente rifatta. Un appassionato dirigente, Alcide Cerato, si assunse la responsabilità della gestione. Con lui, Antonio Maspes. Un ex pistard, Nino Arioli, la rattoppa con certosina pazienza. La giunta comunale di Milano ha emanato il bando per un definitivo potenziamento e riassetto. Un giovane assessore allo sport, il dottor Intiglietta, ha sollecitato, pungolato la Giunta. Privo della tettoia, il Vigorelli d’oggidi’ figura come un vecchio signore aduso al frak, colto di sorpresa in pigiama.
La storia del nostro velodromo è la storia del ciclismo: nella sua personificazione il Vigorelli è stato di volta in volta talent scout, tremendo epuratore, propiziatore di exploit. Antonio Maspes, sette volte campione del mondo, ha scoperto il Vigorelli all’età di quattordici anni. Terremotava viale Certosa con una grossa Guzzi. “Da via Arona veniva il rumore di un motore. Mi sono avvicinato alla sorgente di quel fragore. Era il Vigorelli. C’era una corsa degli stayers. L’anello di un rosso fulvo: la fascia di riposo di un delicato color azzurro. Una linea nera tracciata in una striscia di un bianco lucido, abbagliante. Il traguardo. I motociclettoni con il conduttore diritto come un derviscio sulla canna e il mezzofondista appallottolato al rullo”. Antonio Maspes ne rimase incantato. L’indomani si presentava al Vigorelli pieno di speranza.
Il Vigorelli ha schierato altri aristocratici del muscolo: Scherens detto “il Poeske”, il gatto, Gerardin, il cocco di Parigi, che aveva incontrato Edith Piaf, che lo aveva molto incoraggiato, Van Vliet, Reg Harris, “lo sparviero di Manchester”, i modi, lo stile di un baronetto, il cui viso aveva il taglio diritto delle sue volate; Oscar Plattner, Derksen, Astolfi, Beromi, Gaiardoni.
Il Vigorelli è sempre stato il popolo di Milano, quello schietto, non corrotto, sensibile al confronto diretto, al match.
I record dell’ora, gli incontri a inseguimento, per il pueblo si valgono. La morale dell’uomo appartiene a due sport, uno vecchio, l’altro antico, il ciclismo e la boxe. Il primato dell’ora è sempre stato accolto dalla “parrocchia” come l’esplorazione totale dei limiti di un campione, come un tema di esistenza. Quando ci si mise Coppi il 7 novembre 1942 c’era la guerra. Gli assi del ciclismo si buttavano sui record per giustificare l’assenza dal fronte. “Devi fare qualcosa”, aveva suggerito Cavanna a Fausto. “Se dobbiamo fare qualcosa”, aveva risposto Coppi, “facciamo il record di Archambaud (45,840 km)”.
Il primato di Coppi (45,871 km) io non l’ho veduto. Mi avevano spedito in Russia con un cappotto che si apriva ai sette venti e un paio di scarpe che il sale di neve della steppa incrostava. Me lo hanno, pero’, raccontato Cavanna, Carapezzi, Tano Belloni, Mario Della Torre, il patron della Legnano, di cui Coppi vestiva i colori e lo stesso Coppi: una cronaca fedele al punto da escludere ogni possibile sospetto.
“Glielo hanno battuto il primato”, diceva Mario Della Torre, “Anquetil (46,359 km) e uno splendido dilettante, Baldini (46,393 km) – lo supereranno, aggiungo io, al Vigorelli, Rivière (47,346 km) e Moser (49,802 km) e in altura Ritter, Merckx, Moser (51,151 km) – ma il Fausto era stato in pista nell’inverno, con una maglia di lana a cinque tasche, che a vederla, un cuore tenero si sarebbe messo a piangere. Sotto la tettoia, un pubblico dal cappotto rovesciato, dal bavero sdrucito. E l’Ugo Bianchi aveva messo insieme una bicicletta avara d’alluminio, solamente munita di due cerchioni sottilissimi che reggevano appena alla tensione dei raggi”.
La campana scandiva un ritmo doloroso, che gli passava attraverso il casco, di feltro, di 600 grammi. L’atmosfera di guerra, il freddo, l’improvvisazione avevano fatto soffrire Coppi come una bestia.
Al ritorno in caserma, Fausto apprese di essere stato aggregato al 36° Fanteria, destinazione Tunisi, via Sciacca. Il 13 aprile 1943 era un prisoner of war. Traumatizzato – il Coppi del 1949 e del 1952 avrebbe poturo spingere l’indice piu’ su – Fausto conservava il record dell’ora come una memoria amara.
Il Vigorelli è sempre stato la leggenda, l’oggi, il domani. I grandi stayers Lohoman, Severgnini, Laquehay, Frosio. Gli americanisti Slaats, Pellenaers, il Guerra vecchio, Terruzzi, Rigoni. Gli inseguimenti, Fausto Coppi all’ultimo giro con Schulte; Coppi davanti a Patterson. Messina, che scivolava a pelo di corsa. Faggin, con la sua falcata corta ma precisa. Rivière, che aveva battezzato “Vigorelli” il suo bar a Clermont Ferrand. E Baldini e Anquetil e Magni e Bartali; quanti vi hanno girato sopra.
Sembrerà che io non conosca il Vigorelli se dei grandi match di boxe non ho ancora detto. Michele Palermo, Spoldi, Orlandi, Montanez, Deyana, Loi, Mitri, Galliana, Perkins. Il gemellaggio ciclismo-boxe era spontaneo, non aveva bisogno di annunci. Di Turiello-Cerdan conservo un ricordo di gioventu’. Le schivate bassissime, a livello di tappeto di Turiello, la forza grezza di Cerdan, incontenibile vincitore. E il quadro finale, mille e mille fiamme di accendini, di briquets, che andavano su diritte nella notte. Piu’ che lucciole tanti piccoli ceri accesi davanti alle nostre speranze. Eravamo nel 1939. I mondiali del ciclismo, al Vigorelli ,verranno interrotti dalla guerra.


edit. Comunicato Stampa ricevuto da Ciclopassione dal Comitato Velodromo Vigorelli:

Nuovo sito del Comitato Velodromo Vigorelli

Cari ciclisti, appassionati di bicicletta e di sport, amici,
siamo lieti di annunciarvi la pubblicazione del nuovo sito dedicato al Vigorelli e alla campagna per farlo rinascere e restituirlo al ciclismo. Un sito ancora in costruzione, che vuole raccogliere i contributi e gli sforzi di tutte quelle realtà del ciclismo e di Milano che vorranno combattere con noi questa lotta.

Il Comitato Velodromo Vigorelli, gruppo spontaneo del ciclismo milanese che si batte per evitare che il ciclismo venga estromesso definitivamente da quello che per decenni è stato il suo tempio, diventando il velodromo più famoso del mondo.

Visitate il nuovo sito www.vigorelli.eu , leggete il Manifesto per un NUOVO Vigorelli e, se avete ancora qualche minuto, guardate il video su Herne Hill (il velodromo storico di Londra) per capire cosa chiedono e propongono i ciclisti milanesi per il loro velodromo.

Se condividete le ragioni del Comitato Velodromo Vigorelli o semplicemente volete rimanere informati riguardo agli sviluppi della battaglia per il velodromo iscrivetevi alla nostra Newsletter e inoltrate questo memo ai vostri amici.

Vi aspettiamo numerosi ed entusiasti, sapendo che se ciò dovesse succedere per davvero, non sarà stato merito nostro, bensì del Vigorelli e di quello che rappresenta.

A presto,

Comitato Velodromo Vigorelli


************************


"Il male trionfa sempre, perche' il bene e' stupido" [lord casco]
confindustrial.noblogs.org | veloclub.tumblr.com | bikeitalia.it/author/cauz/ | hoilciclo.wordpress.com | @cauz_
"Ho gettato alle ortiche tutti i filtri antispam..."
avatar
BenoixRoberti
Tour de France
Tour de France

Messaggi : 7693
Numero di Crediti : 23584
Reputazione CicloSpassionata : 259
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 52
Località : Milano

Il Vigorelli e l'esempio del glorioso Velodrome di Herne Hill (South London)

Messaggio Da BenoixRoberti il Dom Dic 29, 2013 7:20 pm

Nel 1948 a sud della Great London, nel velodromo di Herne Hill si tennero le olimpiadi su pista.
Di tutti gli impianti sportivi olimpici del 1948 è l'unico ad essere sopravvissuto.
E dopo un grosso rischio corso qualche anno fa, che mobilitò il gotha inglese del ciclismo (in primis Sir Bradley Wiggins che su quell'anello si è formato), diciamo che Herne Hill è sopravvissuto coi fiocchi.
Si parla tanto della inutilità degli anelli lunghi e di questo furore modernista (ed idiota) che pretende di omologare il ciclismo su pista alla distanza di 250 metri.
Per fortuna Herne Hill è lì a dimostrare il contrario. E lo stesso lo dovrà dimostrare l'ancor più antico Vigorelli.
Purtroppo al partito dei demolitori per avere l'anello da 250 metri si è aggiunto anche il direttore del prestigioso Tuttobici, Pier Augusto Stagi. Per il Vigorelli è necessario pensare ad un modello di ciclismo diffuso, amatoriale (non nella becera accezione che noi conosciamo) ed anche "clandestino", ovvero di quel ciclismo urbano che sta positivamente inquinando il morente ciclismo federale, morente perché la federazione è morente ed irrimediabilmente "vecchia".
Ma il cambiamento è ormai dietro l'angolo, verrà fuori dirompente ed anche il Vigorelli, come tutto il ciclismo italiano ritroverà il suo futuro (questione di tempo, poco).
Perché l'accostamento Herne Hill e Vigorelli sia bene augurante posto qualche contenuto multimediale sul vecchio e sul nuovo Herne Hill.

HERNE HILL IERI


Herne Hill oggi:


Aspettando di vedere questa immagine di Herne Hill anche a Milano al Vigorelli:


************************


Il più pulito ha la rogna, e chi più ha la rogna comanda lo sport.
avatar
cauz.
Gand-Wevelgem
Gand-Wevelgem

Messaggi : 322
Numero di Crediti : 3371
Reputazione CicloSpassionata : 106
Data d'iscrizione : 14.10.12
Località : milano

Re: Salviamo il Vigorelli

Messaggio Da cauz. il Gio Feb 13, 2014 12:51 am

domani sera, giovedì 13 alle ore 20, su rai sport 1 andrà in onda uno speciale di "Dedicato a..." sul Velodromo Vigorelli.
tra gli ospiti di bulbarelli, oltre a gaiardoni, cerato, beppe conti e gianni mura, ci sarà anche il sottoscritto nel difficile tentativo di portare avanti le ragioni del Comitato Velodromo Vigorelli.


************************


"Il male trionfa sempre, perche' il bene e' stupido" [lord casco]
confindustrial.noblogs.org | veloclub.tumblr.com | bikeitalia.it/author/cauz/ | hoilciclo.wordpress.com | @cauz_
"Ho gettato alle ortiche tutti i filtri antispam..."
avatar
Admin
E3 Harelbeke
E3 Harelbeke

Messaggi : 1585
Numero di Crediti : 4925
Reputazione CicloSpassionata : 74
Data d'iscrizione : 13.10.12
Età : 105
Località : CicloParadiso

Re: Salviamo il Vigorelli

Messaggio Da Admin il Gio Feb 13, 2014 12:56 am

Domani per tutta la giornata ci sarà il ticker per ricordare l'evento, assolutamente prioritario.
Puoi anticipare qualcosa di quello che esprimerai? Se puoi.


************************


Ciao mama, sono arrivato uno ... sul forum
Google Plus CicloPassione

View our site's Alexa Rank Chart!
avatar
cauz.
Gand-Wevelgem
Gand-Wevelgem

Messaggi : 322
Numero di Crediti : 3371
Reputazione CicloSpassionata : 106
Data d'iscrizione : 14.10.12
Località : milano

Re: Salviamo il Vigorelli

Messaggio Da cauz. il Gio Feb 13, 2014 1:09 am

posso anticipare anche tutto, visto che è in differita Smile

sarò sincero: la trasmissione è abbastanza noiosa. si parla perlopiù della memoria del velodromo, che ovviamente è importantissima, ma non può essere il suo unico segnale di vita.
io ho provato a ricordare come la sua storia debba ancora vivere, e tra gli ospiti presenti ho trovato supporto solo parzialmente.

ci sono tantissimi filmati d'epoca (alcuni splendidi, sia chiaro) e tante testimonianze. solo sul finale si è fatto un bilancio del presente e del futuro, e mi auguro che sia emersa la parte propositiva.


************************


"Il male trionfa sempre, perche' il bene e' stupido" [lord casco]
confindustrial.noblogs.org | veloclub.tumblr.com | bikeitalia.it/author/cauz/ | hoilciclo.wordpress.com | @cauz_
"Ho gettato alle ortiche tutti i filtri antispam..."
avatar
Admin
E3 Harelbeke
E3 Harelbeke

Messaggi : 1585
Numero di Crediti : 4925
Reputazione CicloSpassionata : 74
Data d'iscrizione : 13.10.12
Età : 105
Località : CicloParadiso

Re: Salviamo il Vigorelli

Messaggio Da Admin il Gio Feb 13, 2014 1:10 am

Hai parlato della case history di Herne Hill?


Ultima modifica di Admin il Gio Feb 13, 2014 1:32 am, modificato 1 volta


************************


Ciao mama, sono arrivato uno ... sul forum
Google Plus CicloPassione

View our site's Alexa Rank Chart!
avatar
cauz.
Gand-Wevelgem
Gand-Wevelgem

Messaggi : 322
Numero di Crediti : 3371
Reputazione CicloSpassionata : 106
Data d'iscrizione : 14.10.12
Località : milano

Re: Salviamo il Vigorelli

Messaggio Da cauz. il Gio Feb 13, 2014 1:22 am

@Admin ha scritto:Hai parlato della case history di Herne Hill?

purtroppo non ne ho avuto l'occasione.
ma con Herne Hill abbiamo un progetto ben più ambizioso, che spero riusciremo a presentare prestissimo. Smile


************************


"Il male trionfa sempre, perche' il bene e' stupido" [lord casco]
confindustrial.noblogs.org | veloclub.tumblr.com | bikeitalia.it/author/cauz/ | hoilciclo.wordpress.com | @cauz_
"Ho gettato alle ortiche tutti i filtri antispam..."
avatar
BenoixRoberti
Tour de France
Tour de France

Messaggi : 7693
Numero di Crediti : 23584
Reputazione CicloSpassionata : 259
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 52
Località : Milano

Re: Salviamo il Vigorelli

Messaggio Da BenoixRoberti il Gio Feb 13, 2014 11:57 pm

graziano predielis ha scritto:posso anticipare anche tutto, visto che è in differita Smile

sarò sincero: la trasmissione è abbastanza noiosa. si parla perlopiù della memoria del velodromo, che ovviamente è importantissima, ma non può essere il suo unico segnale di vita.
io ho provato a ricordare come la sua storia debba ancora vivere, e tra gli ospiti presenti ho trovato supporto solo parzialmente.

ci sono tantissimi filmati d'epoca (alcuni splendidi, sia chiaro) e tante testimonianze. solo sul finale si è fatto un bilancio del presente e del futuro, e mi auguro che sia emersa la parte propositiva.
Mi avevi ridotto le aspettative ed invece sono stato piacevolmente sorpreso.
Bella trasmissione documentaristica e, sebbene contingentato negli spazi, te la sei cavata coi fiocchi.
E' stata una trasmissione efficace. Una bella ulteriore blindatura per il caro vecchio Vigo.


************************


Il più pulito ha la rogna, e chi più ha la rogna comanda lo sport.
avatar
eliacodogno
Tirreno-Adriatico
Tirreno-Adriatico

Messaggi : 885
Numero di Crediti : 4241
Reputazione CicloSpassionata : 184
Data d'iscrizione : 30.07.13
Età : 31
Località : Susa (TO)

Re: Salviamo il Vigorelli

Messaggio Da eliacodogno il Ven Feb 14, 2014 11:32 am

L' ho vista (mentre dovevo fare anche altro) e mi ha tenuto incollato, pur non essendo granché interessato alla pista. Bella trasmissione, direi in contrapposizione con il nuovo Radiocorsa, secondo me peggiorato da ogni punto di vista


************************


Davide
avatar
cauz.
Gand-Wevelgem
Gand-Wevelgem

Messaggi : 322
Numero di Crediti : 3371
Reputazione CicloSpassionata : 106
Data d'iscrizione : 14.10.12
Località : milano

Re: Salviamo il Vigorelli

Messaggio Da cauz. il Gio Mar 13, 2014 12:37 pm

il corriere di oggi fa ben sperare...



intanto, è ormai definito il programma delle iniziative delle prossime settimane.
qui il programma completo: http://www.vigorelli.eu/component/content/article/11-nuovo-vigorelli/26-22-23-mar-fai-primavera-al-vigorelli.html

domani porte aperte per l'inaugurazione della mostra sulla milano-torino in bici da pista:
http://www.vostokmilano.it/mi-tomani-al-vigorelli/

sabato 22 e domenica 23 apre l'intero velodromo, gratuitamente, per visite, mostre, ecc...
venite a trovarLO Smile


 a tutta birra


************************


"Il male trionfa sempre, perche' il bene e' stupido" [lord casco]
confindustrial.noblogs.org | veloclub.tumblr.com | bikeitalia.it/author/cauz/ | hoilciclo.wordpress.com | @cauz_
"Ho gettato alle ortiche tutti i filtri antispam..."
avatar
UribeZubia
E3 Harelbeke
E3 Harelbeke

Messaggi : 1403
Numero di Crediti : 6237
Reputazione CicloSpassionata : 491
Data d'iscrizione : 15.09.13

Re: Salviamo il Vigorelli

Messaggio Da UribeZubia il Sab Mar 22, 2014 12:02 pm

Stamattina sono passato dal Vigorelli...però che due palle...si può entrare solo con visite guidate e bisogna aspettare almeno venti minuti in coda...dice "gratuitamente", e che volevano pure fare pagare?

P.S. e mentre sei in coda c'è pure il simpatico tipo con la barbetta della FAI che ti scassa i maroni per fare l'iscrizione...

 esplosivo 

vado ad assaggiare un buon vinello. che è meglio !     drinking-wine
avatar
cauz.
Gand-Wevelgem
Gand-Wevelgem

Messaggi : 322
Numero di Crediti : 3371
Reputazione CicloSpassionata : 106
Data d'iscrizione : 14.10.12
Località : milano

Re: Salviamo il Vigorelli

Messaggio Da cauz. il Sab Mar 22, 2014 9:40 pm

mah, non capisco questo cenno polemico.
c'è gente che si sta facendo un gran culo per aprire un luogo storico ahinoi chiuso da tempo alle visite gratuite dei cittadini, credo che si possa tollerare qualche disagio in piu'. 20 minuti in coda non ci sono stati quasi mai, solo nel primo pomeriggio, per il resto le attese andavano raramente sopra i 10 minuti. e il motivo era esclusivamente tecnico, perchè nel percorso era necessario dividersi in gruppi per poter vedere tutto. gruppi appoggiati ai pochi volontari che si stanno sobbarcando questa fatica.

e al tipo che scassa i maroni per l'iscrizione credo si possa anche non dargli retta senza preoccupazioni.

peccato leggere questa delusione, dopo una giornata che a mio vedere è stata bellissima, partecipata oltre ogni attesa... e faticosissima.


************************


"Il male trionfa sempre, perche' il bene e' stupido" [lord casco]
confindustrial.noblogs.org | veloclub.tumblr.com | bikeitalia.it/author/cauz/ | hoilciclo.wordpress.com | @cauz_
"Ho gettato alle ortiche tutti i filtri antispam..."
avatar
BenoixRoberti
Tour de France
Tour de France

Messaggi : 7693
Numero di Crediti : 23584
Reputazione CicloSpassionata : 259
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 52
Località : Milano

Re: Salviamo il Vigorelli

Messaggio Da BenoixRoberti il Sab Mar 22, 2014 9:54 pm

Grazià nun te la prennere.
Probabilmente Katar non sapeva che il tutto fosse su base ciclo-volontaria e stante la pressione dell'addetto Fai ha scritto quello.

Comprendo bene la tua delusione da volontario. In questi gg che lavoro per un progetto di comunità sto toccando con mano l'egoismo imperante nelle nostre genti.
Per questo tendo ad interpretare diversamente il messaggio di Katarrilla, che non mi pare possa essere assimilato ad un "egoista".

Dai ragazzi, famose un brindisi!
 drinking-wine

Grazià, grazie infinito per il lavoro che presti alla comunità milanese, a quella archi-storiografica ed a quella ciclofila in generale.
 adorazione


************************


Il più pulito ha la rogna, e chi più ha la rogna comanda lo sport.
avatar
cauz.
Gand-Wevelgem
Gand-Wevelgem

Messaggi : 322
Numero di Crediti : 3371
Reputazione CicloSpassionata : 106
Data d'iscrizione : 14.10.12
Località : milano

Re: Salviamo il Vigorelli

Messaggio Da cauz. il Dom Mar 23, 2014 12:17 am

ci mancherebbe. no ho dubbi sulla sincerità del buon katar che -al netto della difficoltà a "tradurre" i nickname- credo sia un amico e un sostenitore del vigo Smile

dopo aver fatto anche io diversi brindisi Smile, ci tenevo pero' a puntualizzare, perchè ritengo che nella sua peculiarità la giornata di oggi sia stata molto importante. e spero che domani si ripeta con la stessa intensita'.

vi lascio con un segnale, e perdonate l'eccesso di capelli bianchi.
ma mettere in fila per caso, senza nemmeno andarli a cercare: Mary Cressari, Gaiardoni, Bonariva, Galanti, Castoldi, Pisssarelli, De Lillo e Borghetti (e l'inossidabile Marino Vigna assente al momento della foto) davanti a una pista con una storia così grande... be', è già un bel vedere. ora quella pista deve sfornare i loro eredi, nipoti o bis-nipoti.



e fatemi aggiungere un'altra cosa, perchè tutto quanto si sta muovendo intorno al vigorelli, ieri era addirittura pubblicato sul guardian, in gran bretagna:
http://www.theguardian.com/sport/blog/2014/mar/21/vigorelli-velodrome-rescued-volunteers-cycling
al di la' del coinvolgimento personale, credo che questo sia un raro esempio di ciclismo che vive.


************************


"Il male trionfa sempre, perche' il bene e' stupido" [lord casco]
confindustrial.noblogs.org | veloclub.tumblr.com | bikeitalia.it/author/cauz/ | hoilciclo.wordpress.com | @cauz_
"Ho gettato alle ortiche tutti i filtri antispam..."
avatar
UribeZubia
E3 Harelbeke
E3 Harelbeke

Messaggi : 1403
Numero di Crediti : 6237
Reputazione CicloSpassionata : 491
Data d'iscrizione : 15.09.13

Re: Salviamo il Vigorelli

Messaggio Da UribeZubia il Dom Mar 23, 2014 1:17 am

Nessun cenno polemico, il mio voleva essere un piccolo resoconto ironico (ironia che evidentemente non sono riuscito a trasmettere) sul mio veloce passaggio di stamattina al Vigorelli. Surprised 

Vigo al quale sono molto legato, non fosse altro che per i numerosi concerti a cui vi assistetti purtroppo troppi anni orsono (anche io ho i capelli bianchi), sempre entrando scavalcando dalle finestre dei cessi  Laughing . In particolare ricordo un concerto dei Ramones, forse nel 1979, in cui mentre suonavano cadde un pilone delle luci che stava sul palco, per fortuna senza colpire nessuno spettatore.  Very Happy 

Detto questo la chiudo qua.

P.S. non ho capito quella della "difficoltà a tradurre i nickname"    confused
avatar
UribeZubia
E3 Harelbeke
E3 Harelbeke

Messaggi : 1403
Numero di Crediti : 6237
Reputazione CicloSpassionata : 491
Data d'iscrizione : 15.09.13

Re: Salviamo il Vigorelli

Messaggio Da UribeZubia il Dom Mar 23, 2014 6:17 pm



Comunque stamattina, dopo essere stato alla partenza della Milano-Sanremo, sono riuscito a fare una capatina veloce al Vigo.   Smile
avatar
BenoixRoberti
Tour de France
Tour de France

Messaggi : 7693
Numero di Crediti : 23584
Reputazione CicloSpassionata : 259
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 52
Località : Milano

Re: Salviamo il Vigorelli

Messaggio Da BenoixRoberti il Gio Mar 27, 2014 8:09 pm

GRANDE !!!


************************


Il più pulito ha la rogna, e chi più ha la rogna comanda lo sport.
avatar
cauz.
Gand-Wevelgem
Gand-Wevelgem

Messaggi : 322
Numero di Crediti : 3371
Reputazione CicloSpassionata : 106
Data d'iscrizione : 14.10.12
Località : milano

Re: Salviamo il Vigorelli

Messaggio Da cauz. il Gio Mar 27, 2014 10:43 pm

mah, insomma.
dopo 48ore di sbattimenti al vigo mi hanno beccato di mattina che ero ancora gonfissimo e con le occhiaie... dico, almeno un po' di pietà ed evitare i primi piani stretti Smile

(comunque radiocorsa ha fatto un gran bel servizio, bisogna dirglielo)


************************


"Il male trionfa sempre, perche' il bene e' stupido" [lord casco]
confindustrial.noblogs.org | veloclub.tumblr.com | bikeitalia.it/author/cauz/ | hoilciclo.wordpress.com | @cauz_
"Ho gettato alle ortiche tutti i filtri antispam..."
avatar
cauz.
Gand-Wevelgem
Gand-Wevelgem

Messaggi : 322
Numero di Crediti : 3371
Reputazione CicloSpassionata : 106
Data d'iscrizione : 14.10.12
Località : milano

Re: Salviamo il Vigorelli

Messaggio Da cauz. il Mar Mag 06, 2014 5:05 pm

Accordo tra Comune e Sovrintendenze per il restauro conservativo del ‪#‎Vigorelli‬: sarà la casa di tutte le forme del ciclismo milanese. Dopo lo stop al progetto di riqualificazione scelto lo scorso anno, si è trovata una nuova strada per raggiungere l'obiettivo: far sì che l'impianto torni ad essere utilizzato 365 giorni l’anno, accogliendo il mondo della bici ma anche gli altri sport compatibili con la struttura, come il football, già praticato, sfruttando al massimo le sottotribune, dove si trova anche la storica palestra di boxe. La pista, che è stata vincolata dal Ministero dei Beni Culturali, sarà riqualificata: verrà mantenuta la struttura originaria in legno di pino, rafforzata con un nuova copertura, sempre in legno, che garantirà bassi impegni di manutenzione e la massima percorribilità. Sarà un Vigorelli multifunzionale. Via libera dunque ai lavori, che dureranno tre anni ma saranno modulabili, per evitare la totale chiusura dell’impianto: i primi potrebbero partire già prima dell’estate, sulle palestre. Le potenzialità dell'impianto sono tutte da esplorare. Appello ai ciclisti milanesi: collaboriamo per fare del nuovo Vigorelli un vero Velodromo urbano ‪#‎milanopedala‬

un annuncio che non lascia spazio a troppo entusiasmo, ma comunque un passo avanti nella direzione giusta.
pedaliamo.


************************


"Il male trionfa sempre, perche' il bene e' stupido" [lord casco]
confindustrial.noblogs.org | veloclub.tumblr.com | bikeitalia.it/author/cauz/ | hoilciclo.wordpress.com | @cauz_
"Ho gettato alle ortiche tutti i filtri antispam..."
avatar
BenoixRoberti
Tour de France
Tour de France

Messaggi : 7693
Numero di Crediti : 23584
Reputazione CicloSpassionata : 259
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 52
Località : Milano

Re: Salviamo il Vigorelli

Messaggio Da BenoixRoberti il Gio Mag 08, 2014 9:25 pm

Oggi nel circuito finale della Dunkerque attorno ad Orchies, c'erano alcuni con il cartello Vigorelli-Ronse.


Pensavo ad un Vs raid e poi ... a Ronse in Zonnestraat ho trovato:


Solo in Italia ci siamo dimenticati del glorioso Vigo. Ma ... si rimedierà!


************************


Il più pulito ha la rogna, e chi più ha la rogna comanda lo sport.

Maìno della Spinetta
Gand-Wevelgem
Gand-Wevelgem

Messaggi : 260
Numero di Crediti : 2680
Reputazione CicloSpassionata : 35
Data d'iscrizione : 05.08.13
Età : 38

Re: Salviamo il Vigorelli

Messaggio Da Maìno della Spinetta il Ven Mag 09, 2014 4:59 pm

cosa vuol dire che fanno una copertura migliore per cui non ci sia bisogno di grande manutenzione?
Ci sono progetti in giro? Dove potrei trovarli?

Contenuto sponsorizzato

Re: Salviamo il Vigorelli

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


    La data/ora di oggi è Mar Set 18, 2018 9:16 pm