CICLOPASSIONE FORUM CICLISMO

Benvenuto - Welcome
CICLOPASSIONE FORUM CICLISMO

Il salotto virtuale dove discutere di grande CICLISMO - Iscriviti e condividiamo tutti la PASSIONE per il CICLISMO


Il doping nei vari sport (ciclismo escluso)

Condividi
avatar
BenoixRoberti
Tour de France
Tour de France

Messaggi : 7693
Numero di Crediti : 23551
Reputazione CicloSpassionata : 259
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 52
Località : Milano

Il doping nei vari sport (ciclismo escluso)

Messaggio Da BenoixRoberti il Ven Ago 02, 2013 5:56 pm

Promemoria primo messaggio :

Sino a qualche anno fa sembrava che l'argomento fosse limitato al ciclismo, poi purtroppo o per fortuna l'incantesimo è caduto ed il ciclismo si è scoperto in bella compagnia e forse anche "superato".

Con molto disincanto e memori della esperienza lacerante vissuta dal ciclismo parliamo di questo scottante argomento limitatamente alla sfera extraciclistica.


************************


Il più pulito ha la rogna, e chi più ha la rogna comanda lo sport.

BenoixRoberti
Tour de France
Tour de France

Messaggi : 7693
Data d'iscrizione : 31.07.13

Re: Il doping nei vari sport (ciclismo escluso)

Messaggio Da BenoixRoberti il Gio Nov 26, 2015 12:37 pm

Capisco e condivido perfettamente il tuo sentimento Vall.

Ma ciò che uccide lo sport è l'ipocrisia.
La catena del doping non la possono spezzare gli atleti. Chi ha responsabilità e copre, o peggio si fa pagare per coprire, commette un crimine triplo.

Dalla Gazzetta di oggi:
__________________________________________________

La verità di Schwazer inchioda il medico

Nuove accuse a Fiorella: «Dopo i test sballati gli dissi dell’epo: volle rassicurarmi in autostrada»


Sono passati tre anni, sei mesi e quattro giorni. L’aula del tribunale di Bolzano ha sostituito il parcheggio all’uscita del casello autostradale di Parma. Dove Alex Schwazer e il medico Pierluigi Fiorella si incontrarono in un pomeriggio che è una delle chiavi del processo cominciato ieri davanti al giudice Carla Scheidle. E che vede imputati per favoreggiamento, oltre a Fiorella, l’altro medico federale di allora, 2012, Giuseppe Fischetto e la funzionaria Fidal Rita Bottiglieri. È a Parma che Schwazer dice di aver confessato a Fiorella, anzi a Piero perché lui continua a chiamarlo così, il suo segreto fatto di eritropoietina, che avrebbe portato al controllo fatale del successivo 30 luglio. Una ricostruzione che la difesa del medico cercherà di smontare nella prossima puntata col contro esame del test. L’appuntamento è per il 16 dicembre. Il processo, dopo mesi persi per vizi di forma e incompatibilità, spinge il piede sull’acceleratore.

DATI SPAVENTOSI Il marciatore racconta in aula la lunga marcia di avvicinamento al doping, le prime iniezioni nel febbraio 2012, le gare super di Lugano e Dudince in marzo, ma anche il controllo a sorpresa del 1° aprile. E quei valori «spaventosi», secondo Schwazer. Che cita due dati: i reticolociti, i globuli rossi giovani, a 0,16; il cosiddetto offscore, il valore che combina i numeri del passaporto biologico, a 137. Siamo sotto e sopra le soglie, numeri che suonano l’allarme. Schwazer è preoccupato, lo diventa ancor di più quando 10 giorni dopo arriva un altro controllo a sorpresa. Proprio i giorni in cui entra nel sistema Adams, il data base Wada e controlla i suoi valori ematici. «Prima per giustificarli ho dato la spiegazione dell’uso della tenda ipobarica, poi non ce l’ho fatta più. Ho chiamato Piero e gli ho detto dell’epo. Mi ha detto sarebbe stato meglio vedersi». 

IL SEGRETO Ed ecco il pomeriggio di Parma con la confessione che Fiorella nega, per ora così in attesa dell’intervento dei suoi legali: «Siamo alla settima versione...». Per Schwazer il colloquio fu preceduto da un pianto a telefono. «A Parma mi rassicurò, dicendo che la Iaaf non avrebbe potuto squalificarmi per un solo esame anomalo. Mi ha chiesto di promettergli di non farlo più e mi ha messo in guardia sulle conseguenze per me e per chi mi era vicino. Ma ero nel tunnel, avevo la mia fissa, volevo partire alla pari con gli altri». Cioè coi russi, che gli avevano confessato il loro doping ai Mondiali di Daegu 2011. Secondo il marciatore, Fiorella gli disse di sottoporsi a esami ematici ripetuti proprio per ridurre il peso del singolo esame con valori anomali. Schwazer torna sull’argomento anche a udienza finita, davanti alle telecamere: «Avrebbero potuto convocarmi, dirmi “ora te ne stai all’Acqua Acetosa, non ti muovi di qui e ti teniamo sotto controllo”. Le cose sarebbero andate diversamente per tutti».

SISTEMA COLABRODO
In apertura, il giudice Scheidle aveva respinto le eccezioni preliminari delle difese sull’incompetenza territoriale di Bolzano e la costituzione di parte civile della Wada. Poi il colonnello dei Ros, Michael Sen, responsabile dell’indagine, ha ripercorso l’istruttoria, sottolineando la «situazione sconvolgente» del sistema antidoping nel 2011-2012: «Un colabrodo, così lo definisce un imputato in un’intercettazione. In tanti non comunicavano la reperibilità: come facevi a controllarli?». Una documentazione girata più di un anno fa alla procura antidoping Coni, che ancora non ha deciso fra archiviazione e deferimenti.

FERRARI Schwazer ha parlato anche della frequentazione con Michele Ferrari, del famoso viaggio al Teide, alle Canarie, «in cui ad alcuni compagni fu chiesto di spiarmi». Per l’avvocato Marco Consonni, che rappresenta la Wada, «non è credibile che Schwazer tenga fuori Ferrari». La Wada intanto è stata contattata dai legali del marciatore per chiedere uno sconto di pena in base alla collaborazione (la denuncia del doping dei russi), negato da procura e tribunale nazionale antidoping in Italia. La Wada ha il diritto di concedere la riduzione anche a compimento del percorso giuridico-sportivo. In caso contrario, la squalifica di Schwazer terminerà il 29 aprile. E solo allora potrà cominciare l’operazione Olimpiade.
__________________________________________________


Ciò che viene da chiedersi è: come è possibile che la Procura Antidoping di fronte a così numerose e circostanziate prove ritardi in questo modo i deferimenti o che si ventili addirittura l'archiviazione?!
Per molto molto meno ci sono atleti squalificati due anni. Qua siamo di fronte ad un reato doppio, il favoreggiamento del doping e la sua copertura, e non si fa nulla in un anno?!

Schwazer dice che all'Acquacetosa non avrebbe rischiato nulla, che i dirigenti restano (mentre gli atleti vengono e vanno), ci sono decine di email di evidenza, c'è la "vacanza di lavoro" al Teide con il dott. Ferrari (soggetto inibito dal Coni) nel 2010 (con tanto di angeli custodi dei carabinieri a testimoniare) e tutto va bene?
La Fidal non ne sapeva nulla, il Coni non vedeva e la Procura Antidoping non parla?

Ogni dopato ha più dignità di tutti questi dirigenti messi assieme. Embarassed


Ultima modifica di BenoixRoberti il Gio Nov 26, 2015 12:53 pm, modificato 1 volta

vallelvo
Giro di Lombardia
Giro di Lombardia

Messaggi : 3067
Numero di Crediti : 10427
Reputazione CicloSpassionata : 573
Data d'iscrizione : 05.08.13

Re: Il doping nei vari sport (ciclismo escluso)

Messaggio Da vallelvo il Gio Nov 26, 2015 12:53 pm

Alex ha iniziato a confessare, lo faccia fino in fondo.

Gli atleti "beccati" dovrebbero vuotare il  sacco, invece...
avatar
BenoixRoberti
Tour de France
Tour de France

Messaggi : 7693
Numero di Crediti : 23551
Reputazione CicloSpassionata : 259
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 52
Località : Milano

Re: Il doping nei vari sport (ciclismo escluso)

Messaggio Da BenoixRoberti il Gio Nov 26, 2015 12:58 pm

@vallelvo ha scritto:Alex ha iniziato a confessare, lo faccia fino in fondo.
Gli atleti "beccati" dovrebbero vuotare il  sacco, invece...
In realtà lo sta facendo. E' la prima volta in cui dei dirigenti e funzionari finiscono veramente sul banco degli imputati.
L'unica perplessità è la ragione per la quale non sia estremamente incisivo su Ferrari. Forse lo capiremo prossimamente.

Se penso che per il suo silenzio la Kostner sia stata squalificata dalla stessa Procura che adesso dopo un anno non ha fatto nulla contro medici e dirigenti federali ... mi bolle il sangue.


************************


Il più pulito ha la rogna, e chi più ha la rogna comanda lo sport.

apache
Gand-Wevelgem
Gand-Wevelgem

Messaggi : 309
Numero di Crediti : 2698
Reputazione CicloSpassionata : 57
Data d'iscrizione : 03.08.13

Re: Il doping nei vari sport (ciclismo escluso)

Messaggio Da apache il Mer Dic 02, 2015 7:17 pm

Quasi azzerata l'atletica italiana.
Altro che ciclismo...
http://www.gazzetta.it/Atletica/02-12-2015/atletica-doping-rio-rischio-26-azzurri-chiesti-2-anni-squalifica-1301156212416.shtml


************************


Pippo Pozzato è un personaggio mitologico di twitter, come Not Mauro Vegni

vallelvo
Giro di Lombardia
Giro di Lombardia

Messaggi : 3067
Numero di Crediti : 10427
Reputazione CicloSpassionata : 573
Data d'iscrizione : 05.08.13

Re: Il doping nei vari sport (ciclismo escluso)

Messaggio Da vallelvo il Mer Dic 02, 2015 7:40 pm

Finalmente, era ora di far pulizia anche in altri sport. Sarà l'inizio?
La notizia è stata letta nel TG3 delle 19.
avatar
UribeZubia
E3 Harelbeke
E3 Harelbeke

Messaggi : 1403
Numero di Crediti : 6204
Reputazione CicloSpassionata : 491
Data d'iscrizione : 15.09.13

Re: Il doping nei vari sport (ciclismo escluso)

Messaggio Da UribeZubia il Gio Dic 03, 2015 1:08 pm

Posto anche qui.

Inizio di pulizia sportiva ? Dalle parole di Malagò non sembrerebbe.

Sempre più diventiamo una macchietta di Paese....

http://www.repubblica.it/sport/vari/2015/12/03/news/atletica_doping_malago_nessuno_ha_barato_e_un_errore_di_procedura_-128695505/
avatar
BenoixRoberti
Tour de France
Tour de France

Messaggi : 7693
Numero di Crediti : 23551
Reputazione CicloSpassionata : 259
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 52
Località : Milano

Re: Il doping nei vari sport (ciclismo escluso)

Messaggio Da BenoixRoberti il Gio Dic 03, 2015 5:15 pm

Grazie a Malagò mi sento costretto a dare ragione ad Eupeppio, anche se lui vorrebbe punire gli atleti, mentre io radierei i dirigenti della Fidal e quelli del Coni che VOLUTAMENTE non hanno fatto il loro lavoro per permettere ad alcuni atleti di essere performanti.
http://www.repubblica.it/sport/2015/12/03/news/capodacqua_doping_malago_-128702623/


************************


Il più pulito ha la rogna, e chi più ha la rogna comanda lo sport.

meazza
E3 Harelbeke
E3 Harelbeke

Messaggi : 1236
Numero di Crediti : 5175
Reputazione CicloSpassionata : 113
Data d'iscrizione : 13.10.13

Re: Il doping nei vari sport (ciclismo escluso)

Messaggio Da meazza il Gio Dic 03, 2015 6:48 pm

@vallelvo ha scritto:Finalmente, era ora di far pulizia anche in altri sport. Sarà l'inizio?
La notizia è stata letta nel TG3 delle 19.

Non so l'atletica è gia' uno sport con un seguito bassissimo.. (e con risultati ancora piu' modesti..)
Dei coinvolti la gente normale ne conosce pochissimi
Poi tra richieste e condanne.. ne passa

vallelvo
Giro di Lombardia
Giro di Lombardia

Messaggi : 3067
Numero di Crediti : 10427
Reputazione CicloSpassionata : 573
Data d'iscrizione : 05.08.13

Re: Il doping nei vari sport (ciclismo escluso)

Messaggio Da vallelvo il Gio Dic 03, 2015 7:09 pm

....non nel ciclismo.
avatar
BenoixRoberti
Tour de France
Tour de France

Messaggi : 7693
Numero di Crediti : 23551
Reputazione CicloSpassionata : 259
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 52
Località : Milano

Re: Il doping nei vari sport (ciclismo escluso)

Messaggio Da BenoixRoberti il Gio Dic 03, 2015 7:26 pm

La verità è che gli atleti non contano nulla e ogni volta ci si trova a discutere con chi guarda il dito.
Il problema non sono quei 26 atleti, ma quei dirigenti della Fidal (e anche del Coni) che hanno fatto di tutto per rendere confuso il sistema di monitoraggio.
Punire gli atleti sarebbe ovviamente il culmine dell'ipocrisia, ma si guardano bene (media compresi) di andare a cercare le vere responsabilità: QUELLE DEI DIRIGENTI.
Non fare funzionare deliberatamente i sistemi di controllo e non esercitare i warning (che nel ciclismo esistono e funzionano, anche con conseguenze) è oggi esattamente come incitare al doping.
E a ciò si aggiunga anche il comportamento dei due medici Fidal (e Fci) Fischetto e Fiorella.

La realtà è che gli atleti non contano nulla.
Basti vedere la corruzione dilagante fra le federazioni internazionali o vedere do ve a Rio si disputeranno le prove di Vela: una baia di mare ridotta a pozza stagnante colma dei rifiuti e degli scarichi dell'intera Rio de Janeiro, con gli atleti che saranno costretti a mascherine e mute antibatteriche.

Varie magistrature stanno ora indagando sui mondiali assegnati al Qatar di calcio e atletica per le ipotesi evidenti di corruzione. Oops, ma c'è un altro sport che farà i mondiali in Qatar, e prima degli altri. Embarassed


************************


Il più pulito ha la rogna, e chi più ha la rogna comanda lo sport.

vallelvo
Giro di Lombardia
Giro di Lombardia

Messaggi : 3067
Numero di Crediti : 10427
Reputazione CicloSpassionata : 573
Data d'iscrizione : 05.08.13

Re: Il doping nei vari sport (ciclismo escluso)

Messaggio Da vallelvo il Gio Dic 03, 2015 7:46 pm

....e a Parigi c'è la conferenza mondiale sul clima con 150 capi di Stato per la salvaguardia dell'atmosfera....

meazza
E3 Harelbeke
E3 Harelbeke

Messaggi : 1236
Numero di Crediti : 5175
Reputazione CicloSpassionata : 113
Data d'iscrizione : 13.10.13

Re: Il doping nei vari sport (ciclismo escluso)

Messaggio Da meazza il Gio Dic 03, 2015 8:27 pm

@vallelvo ha scritto:....non nel ciclismo.

come no.. mi viene in mente l'inchiesta Lampre

vallelvo
Giro di Lombardia
Giro di Lombardia

Messaggi : 3067
Numero di Crediti : 10427
Reputazione CicloSpassionata : 573
Data d'iscrizione : 05.08.13

Re: Il doping nei vari sport (ciclismo escluso)

Messaggio Da vallelvo il Gio Dic 03, 2015 9:17 pm

Aspettavo la reazione a quanto da me scritto.
Chi può dire come è andata?

Tu pensi abbiano avuto ragione a dare due anni a Ballan, ti aspettavi qualcosa anche per Saronni o Guardascione e giù di lì?
avatar
BenoixRoberti
Tour de France
Tour de France

Messaggi : 7693
Numero di Crediti : 23551
Reputazione CicloSpassionata : 259
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 52
Località : Milano

Re: Il doping nei vari sport (ciclismo escluso)

Messaggio Da BenoixRoberti il Ven Dic 04, 2015 10:23 am

@meazza ha scritto:
@vallelvo ha scritto:....non nel ciclismo.
come no.. mi viene in mente l'inchiesta Lampre
Meazza questa è una castroneria e sai anche di dirla.
Non so perché fai questo. C'è una totale evidenza di disparità di trattamento fra il ciclismo e gli altri sport, una differenza presente sia nella prassi italiana che in quella estera, internazionale.
A parte questo, non mi interessa il gné gné per il nostro sport ma mettere a fuoco l'ipocrisia inaccettabile per proteggere alcuni atleti e le dirigenze più vicine al Coni.
In questo modo lo sport diventa PURA MAFIA, mentre i media si accaniscono sullo sport non gestito da strutture di diretta emanazione federale e Coni, ovvero in mano a club privati.

Veniamo alla castroneria.
Il processo Lampre non è stato tirato per le lunghe. Prima di tutto, facciamo un distinguo dovuto sennò è pura caciara: un conto è il processo penale, quello sì andato per le lunghe (ma è purtroppo prassi "normale" dei nostri tribunali), un altro è il processo sportivo che ha portato alla squalifica per due anni di Ballan.
Da quando la Procura di Mantova ha inviato le carte all'UPA del Coni è passato poco tempo per istruire e concludere il processo sportivo. Semmai andrebbe aperta una discussione sull'istituto della sospensione, uno strumento politico che Uci e federazioni usano a discrezione.

Esulando dal ciclismo, l'ipocrisia del Coni e dello sport di Stato trasuda da ogni dove.
Basti pensare al caso della Kostner. Da un anno prima si sapeva che Karolina aveva presenziato agli incontri tra Schwazer ed il soggetto "inibito Coni" Michele Ferrari. Bastavano quegli atti e quelle deposizioni per deferirla, a termini di regolamento.
Invece quel deferimento venne dopo mesi e mesi di probabili patteggiamenti interni al Coni, molto probabilmente per le conseguenze sulle compromissioni dirigenziali. Il deferimento giunse (guarda caso) solo dopo che la sud tirolese produsse la sua bella medaglia per il Coni e non avvenne per la frequentazione di Ferrari o per la mancata segnalazione della frequentazione di Schwazer, ma perché lei aveva saputo del doping dell'ex fidanzato.
Si giunse al deferimento ed alla squalifica della Kostner, un provvedimento che alla luce del colpo di spugna sui dirigenti non solo sa di ipocrita, ma proprio di criminale.
La Kostner è stata squalificata a seguito della deposizione di Schwazer e quindi sulla base di testimonianza, mentre i medici federali sono stati assolti dalla giustizia sportiva nonostante una documentazione imbarazzante che li inchioda, di cui una parte è stata anche pubblicata.
E tutti ci ricordiamo quella uscita del gigione Malagò a "Un giorno da Pecora" dove fece l'amicone per la Kostner.
Tutta scena e niente sostanza. Anche in quel caso, dal momento del deferimento, la giustizia fu rapida.
Ripeto, furono mandati assolti i due medici Fidal (e Fci) che invece stanno uscendo con le ossa rotte dal processo di Bolzano.
In quel caso la "giustizia" sportiva fu invece celerissima, non solo celere. E scommetto che se dovessero venire condannati dalla giustizia ordinaria, in quella sportiva verrà fatto valere l'istituto del "ne bis in idem", ovvero i due medici non saranno giudicati due volte per la stessa infrazione.

Inutile girarci intorno. C'è una serie di federazioni che fa coprire gli atleti nelle fasi calde pre-olimpiche, con il beneplacito del finto dormiente Coni (la colpa è del software se esce qualcosa).
E se poi scoppia il bubbone i responsabili sono il software, le linee internet, gli atleti (che fanno i furbi) e MAI MAI I DIRIGENTI.
Ma si sa, "gli atleti vanno e vengono, mentre i dirigenti restano".
Dirò una bestialità: meglio il modello criminale di doping di Stato" della Ddr, che questo criminalissimo, ipocrita ed impunito modello Italiano di Doping di Stato.

Questa ipocrisia è una vera e propria sollecitazione al doping, come pure una ignobile scuola di ipocrisia. E sappiamo che l'ipocrisia uccide la personalità.


************************


Il più pulito ha la rogna, e chi più ha la rogna comanda lo sport.

meazza
E3 Harelbeke
E3 Harelbeke

Messaggi : 1236
Numero di Crediti : 5175
Reputazione CicloSpassionata : 113
Data d'iscrizione : 13.10.13

Re: Il doping nei vari sport (ciclismo escluso)

Messaggio Da meazza il Ven Dic 04, 2015 7:04 pm

@vallelvo ha scritto:Aspettavo la reazione a quanto da me scritto.
Chi può dire come è andata?

Tu pensi abbiano avuto ragione a dare due anni a Ballan, ti aspettavi qualcosa anche per Saronni o Guardascione e giù di lì?

Io mi riferivo al fatto che all'inizio di ogni inchiesta i magistrati (che siano sportivi che non) fanno enormi proclami (e tanta pubblicita')
Poi alla fine risultati pochi
A leggere qualche articolo il caso Lampre aveva pochissime basi (a parte Ballan.. che era indifendibile ma che alla fine si è preso in questi anni molto di piu' di squalifica rispetto alla richiesta attuale..)
Pero' la procura l'ha tirato avanti per anni. Perché?

Non è detto che non sia la stessa cosa nell'atletica

vallelvo
Giro di Lombardia
Giro di Lombardia

Messaggi : 3067
Numero di Crediti : 10427
Reputazione CicloSpassionata : 573
Data d'iscrizione : 05.08.13

Re: Il doping nei vari sport (ciclismo escluso)

Messaggio Da vallelvo il Ven Dic 04, 2015 7:13 pm

Infatti.
A Ballan 2 anni per la frequentazione, l'avessero trovato positivo.....
avatar
BenoixRoberti
Tour de France
Tour de France

Messaggi : 7693
Numero di Crediti : 23551
Reputazione CicloSpassionata : 259
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 52
Località : Milano

Re: Il doping nei vari sport (ciclismo escluso)

Messaggio Da BenoixRoberti il Ven Dic 04, 2015 7:18 pm

Io invito tutti a leggere fra le righe le parole di minaccia del presidente Fidal, Giomi (es. dalla Gazza di oggi).
- A Rio ci andranno tutti (alla faccia del rispetto del Tribunale Antidoping)
- Se tutti questi atleti nell'atletica sono fuori dalle regole, perché non saltano fuori anche negli altri sport, visto che il sistema era lo stesso?

Sono bastate ieri queste affermazioni per fare uscire allo scoperto il presidente del Coni.
"Se voi punite noi della Fidal io tiro fuori dall'armadio gli scheletri di tutti gli altri" è stato in buona sostanza il messaggio del presidente Fidal.

Come può andare avanti così lo sport italiano?!

Ps.
Interessante anche questa intervista al Fatto:
http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/12/04/doping-atletica-presidente-fidal-se-condannano-fabrizio-donato-mi-dimetto/2277973/


************************


Il più pulito ha la rogna, e chi più ha la rogna comanda lo sport.

vallelvo
Giro di Lombardia
Giro di Lombardia

Messaggi : 3067
Numero di Crediti : 10427
Reputazione CicloSpassionata : 573
Data d'iscrizione : 05.08.13

Re: Il doping nei vari sport (ciclismo escluso)

Messaggio Da vallelvo il Ven Dic 04, 2015 7:55 pm

Più si va in alto, più si cade in basso.

Succede anche nella vita tra persone normali.
Non mi sento parte di questa società, sintomo di vecchiaia, neanche precoce. Shocked

meazza
E3 Harelbeke
E3 Harelbeke

Messaggi : 1236
Numero di Crediti : 5175
Reputazione CicloSpassionata : 113
Data d'iscrizione : 13.10.13

Re: Il doping nei vari sport (ciclismo escluso)

Messaggio Da meazza il Sab Dic 05, 2015 12:32 pm

@vallelvo ha scritto:Infatti.
A Ballan 2 anni per la frequentazione, l'avessero trovato positivo.....
Be c'era un video molto compromettente
Se fosse per me l'avrei radiato pero' ci son dei regolamenti
con questi regolamenti ha preso tot mesi (due anni)
Pero' tra storie varie son quasi tre che non corre.. (se poi contiamo l sospensioni periodiche siamo sicuramente oltre i 3)
Non è giusto
avatar
BenoixRoberti
Tour de France
Tour de France

Messaggi : 7693
Numero di Crediti : 23551
Reputazione CicloSpassionata : 259
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 52
Località : Milano

Re: Il doping nei vari sport (ciclismo escluso)

Messaggio Da BenoixRoberti il Sab Dic 05, 2015 12:35 pm

@meazza ha scritto:
@vallelvo ha scritto:Infatti.
A Ballan 2 anni per la frequentazione, l'avessero trovato positivo.....
Be c'era un video molto compromettente
Se fosse per me l'avrei radiato pero' ci son dei regolamenti
con questi regolamenti ha preso tot mesi (due anni)
Pero' tra storie varie son quasi tre che non corre.. (se poi contiamo l sospensioni periodiche siamo sicuramente oltre i 3)
Non è giusto
E su questo concetto, ti sembrerà strano, mi trovi in pieno d'accordo.


************************


Il più pulito ha la rogna, e chi più ha la rogna comanda lo sport.

vallelvo
Giro di Lombardia
Giro di Lombardia

Messaggi : 3067
Numero di Crediti : 10427
Reputazione CicloSpassionata : 573
Data d'iscrizione : 05.08.13

Re: Il doping nei vari sport (ciclismo escluso)

Messaggio Da vallelvo il Sab Dic 05, 2015 12:37 pm

Non ricordo il video compromettente.
avatar
BenoixRoberti
Tour de France
Tour de France

Messaggi : 7693
Numero di Crediti : 23551
Reputazione CicloSpassionata : 259
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 52
Località : Milano

Re: Il doping nei vari sport (ciclismo escluso)

Messaggio Da BenoixRoberti il Sab Dic 05, 2015 12:58 pm

@vallelvo ha scritto:Non ricordo il video compromettente.
Credo che tu abbia ragione. Probabilmente si trattava solo di intercettazione ambientale.

In ogni caso le prove a carico di Ballan sono infinitamente inferiori a quelle accumulate negli anni sulle malefatte di Verbruggen. Ballan è stato fermo una eternità e la sua carriera compromessa, l'immagine sportiva deturpata oltre la colpa eventuale. Il boss olandese se la cava con una sostanziosa buonuscita risarcitoria (che si accumula al decennale bottino), mentre il suo protetto Armstrong sta progressivamente perdendo tutto, immagine, soldi, dignità.

D'ora innanzi guai a parlare male del boss olandese e di qualunque altro dirigente che copre il doping dei colpevoli atleti, che vanno e vengono ... mentre loro restano.


************************


Il più pulito ha la rogna, e chi più ha la rogna comanda lo sport.

vallelvo
Giro di Lombardia
Giro di Lombardia

Messaggi : 3067
Numero di Crediti : 10427
Reputazione CicloSpassionata : 573
Data d'iscrizione : 05.08.13

Re: Il doping nei vari sport (ciclismo escluso)

Messaggio Da vallelvo il Sab Dic 05, 2015 1:09 pm

Sei sicuro che Armstrong perda tutti i soldi accumulati? Dignità ho qualche dubbio che gli importi tanto, in gruppo esercitava tutta la sua "potenza" senza guardare in faccia nessuno. 
Non mi  è mai piaciuto il tipo.
avatar
BenoixRoberti
Tour de France
Tour de France

Messaggi : 7693
Numero di Crediti : 23551
Reputazione CicloSpassionata : 259
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 52
Località : Milano

Re: Il doping nei vari sport (ciclismo escluso)

Messaggio Da BenoixRoberti il Sab Dic 05, 2015 1:17 pm

@vallelvo ha scritto:Sei sicuro che Armstrong perda tutti i soldi accumulati? Dignità ho qualche dubbio che gli importi tanto, in gruppo esercitava tutta la sua "potenza" senza guardare in faccia nessuno. 
Non mi è mai piaciuto il tipo.
Non mi devi assolutamente convincere sulla figura di Armstrong. Ero accusato in passato di essere un suo detrattore da qualche bimbominkia. Sulla figura di Armstrong sappiamo tutto ormai, anche grazie alla macchietta del buon film (passabile) che ne ha raccontato la storia.
Ti confermo che le sue finanze si stanno contraendo non poco per le numerose cause che lo riguardano. Negli Usa è considerato poco più che un rifiuto sociale, alla faccia dei soldi residui che gli sono rimasti. I vecchi e celebri amici lo hanno mollato del tutto.

A parte ciò, a me interessa evidenziare la distonia fra il trattamento giudiziario riservato a Lance Armstrong e la vergognosa impunità concessa ai dirigenti che lo hanno "creato" e protetto.
E' una cosa che mi provoca una rabbia che mi bolle dentro. Non sopporto più l'ipocrisia dello sport corrotto.
Lo stesso metro lo uso per comparare Alex Schwazer ed i dirigenti di Fidal e Coni.


************************


Il più pulito ha la rogna, e chi più ha la rogna comanda lo sport.

vallelvo
Giro di Lombardia
Giro di Lombardia

Messaggi : 3067
Numero di Crediti : 10427
Reputazione CicloSpassionata : 573
Data d'iscrizione : 05.08.13

Re: Il doping nei vari sport (ciclismo escluso)

Messaggio Da vallelvo il Sab Dic 05, 2015 2:20 pm

Il guaio è proprio l'ipocrisia dei grandi. Sono ossi duri, combatterli è difficile. Sono loro che "ci" comandano su tutti i fronti, purtroppo.
A volte vorrei essere una delle tre scimmiette.
avatar
BenoixRoberti
Tour de France
Tour de France

Messaggi : 7693
Numero di Crediti : 23551
Reputazione CicloSpassionata : 259
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 52
Località : Milano

Re: Il doping nei vari sport (ciclismo escluso)

Messaggio Da BenoixRoberti il Mar Dic 08, 2015 9:13 am

Vengo dopo il Piddì, vengo dopo il Piddì.
Le stesse attenzioni e protezioni di cui sta godendo l'atletica il ciclismo non le ha mai avute.
E nessuno se ne lamenta.
Di questo weekend è questo irritante comunicato della piddina, molto sportiva e membro della Nazionale delle Parlamentari.
Se esistono una procura ed un tribunale antidoping perché queste merde di politici non se ne stanno in silenzio e magari facendo solo il proprio lavoro e quanto di loro competenza?!
http://www.vicenzapiu.com/leggi/doping-sbrollini-discredito-mediatico-su-persone-oneste#

Doping, Sbrollini: discredito mediatico su persone oneste

Di Redazione VicenzaPiù | Sabato 5 Dicembre alle 23:57 | 0 commenti
Riceviamo da Daniela Sbrollini, responsabile sport e Welfare del Partito Democratico, e pubblichiamo
Mi ritrovo nelle parole del Presidente CONI Giovanni Malagò che indica chiaramente l'estraneità del CONI e della FIDAL è’ giusto sottolineare infatti che non stiamo parlando di casi di positività, nessun atleta tra quelli citati in questi giorni è risultato positivo ai controlli anti-doping, parliamo di casi tra il 2009 ed il 2012 in cui gli sportivi coinvolti hanno mancato di segnalare la propria disponibilità per i controlli, che avrebbero comunque potuto aver luogo.
Serve fare chiarezza velocemente su questa delicata vicenda, la giustizia sportiva farà il suo corso, aspettiamo l’esito dei processi. 
Sono state 65 le persone indagate dalla procura e già 39 casi sono stati archiviati. Nonostante l’archiviazione le accuse mosse hanno avuto conseguenze pesantissime sull’ immagine personale e professionale dei tanti atleti coinvolti, molti di questi sono anche allenatrici ed allenatori nei centri federali delle categorie più giovani. Si è gettato inutilmente discredito mediatico su persone oneste, un fatto gravissimo che mina lo straordinario lavoro che si sta compiendo, tra mille difficoltà, per l’attività di base e giovanile : il patrimonio più importante del futuro dello sport italiano. A tutte queste persone va la mia totale solidarietà, sperando che trovino ancora la motivazione per proseguire il loro lavoro per lo sport italiano.
In questi ultimi anni finalmente, anche grazie alle nuove tecnologie, si è resa più semplice l’operazione di comunicazione della posizione e della disponibilità dell’atleta cosa che prima non era affatto agevole.
Da alcuni anni l’atletica italiana vive un momento di difficoltà visibile anche dagli scarsi risultati a livello internazionale, questa vicenda può diventare il punto da cui ripartire, investendo di più nei centri di formazione e nei territori e impegnandosi al massimo per i prossimi giochi olimpici. Sogniamo di poter ospitare l’Olimpiade a Roma nel 2024 e anche l’immagine che l’Italia darà di se stessa al mondo durante i giochi brasiliani sarà decisiva.


************************


Il più pulito ha la rogna, e chi più ha la rogna comanda lo sport.

Contenuto sponsorizzato

Re: Il doping nei vari sport (ciclismo escluso)

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


    La data/ora di oggi è Gio Ago 16, 2018 4:06 pm