CICLOPASSIONE FORUM CICLISMO

Benvenuto - Welcome
CICLOPASSIONE FORUM CICLISMO

Il salotto virtuale dove discutere di grande CICLISMO - Iscriviti e condividiamo tutti la PASSIONE per il CICLISMO


Politica, Economia e Attualità

Condividi
avatar
Rojo
Grand Prix de Ouest-France
Grand Prix de Ouest-France

Messaggi : 85
Numero di Crediti : 2143
Reputazione CicloSpassionata : 8
Data d'iscrizione : 31.07.13

Politica, Economia e Attualità

Messaggio Da Rojo il Mer Lug 31, 2013 9:31 pm

Promemoria primo messaggio :

Come da titolo, thread adibito alle discussioni inerenti la politica, l'economia e i fatti di attualità.


************************


Lorenzo

angelo francini
Paris-Nice
Paris-Nice

Messaggi : 638
Data d'iscrizione : 04.02.14

Re: Politica, Economia e Attualità

Messaggio Da angelo francini il Dom Mag 25, 2014 8:45 am

Io penso che gli studi ed i sondaggi "veri" non vengano mai resi pubblici, poiché nel nostro paese sarebbero pericolosi, partendo dal presupposto che, gli elettori, poco conoscono di politica e si affidano in genere alle scelte di voto dettate da sensazioni dell'ultima ora.
Anzi credo che la strategia delle finte litigate, molto praticata in Italia, sia un modo per difendere il proprio pacco di voti: ossia se stufo più gente che poi non va a votare, difendo e forse aumento le mie posizioni!
Quanti sanno che, qualora andasse a votare solo il 10% degli aventi diritto, quel 10% diventerebbe il 100% per l'assegnazione dei seggi.
Direte lo sanno tutti: col cacchio...........
Altra cosa che si dovrebbe capire é che l'astensionismo premia sempre quella forza che "in quel particolare momento" riesce a portare i suoi elettori al voto, come dimostro:
aventi diritto al voto:   5.000.000      5.000.000      5.000.000          5.000.000
astensione pari               50%              55%             60%                  65%
totale voti validi          2.500.000      2.250.000      2.000.000          1.750.000

se Lista "A" ottiene       750.000        750.000         750.000             750.000
questo é pari al             30%             33,31%         37,5%                42,85%

Quando capiremo che l'astensionismo e la scheda bianca non sono un voto di protesta, ma corrispondono ad una martellata che da soli ci diamo sulle "palle", non sarà mai troppo tardi!
Non sapete per chi votare, votate per i più piccoli, ma votate..!

prof
E3 Harelbeke
E3 Harelbeke

Messaggi : 1032
Numero di Crediti : 4622
Reputazione CicloSpassionata : 80
Data d'iscrizione : 07.05.14

Re: Politica, Economia e Attualità

Messaggio Da prof il Dom Mag 25, 2014 9:58 am

Infatti, la democrazia (se ha ancora un senso chiamarla cosi') funziona in questo modo e non tiene conto di coloro che, con tutta probabilità, sarebbero piu' propensi al cambiamento e hanno sviluppato un maggior senso critico che li porta a rifiutare in toto la mediocrità del sistema politico attuale e dei suoi personaggi.
Tutto lascia prevedere che il sistema democratico occidentale,come concepito sino ad ora, sia poco adatto a governare le società del futuro. Ovunque sorgono oligarchie e dinastie che sono ormai in grado di controllare ed indirizzare i flussi elettorali: è un nuovo dispotismo che sta, sempre piu' velocemente, dando vita ad un totalitarismo capace di annientare l'individuo. Con una semplice decisione di vertice, di carattere tutto ideologico, si è imposto un superstato (l'Europa), impoverendo e massacrando intere nazioni ricche di piccole imprese e con una classe media diffusa, tutti quanti sacrificati ai superiori interessi di una ristrettissima oligarchia. Non si può dire che il principale alleato di questa operazione non sia stato proprio quello che noi chiamiamo "sistema democratico occidentale", ormai ridotto ad un paravento dietro cui orchestrare le manovre piu' sordide

angelo francini
Paris-Nice
Paris-Nice

Messaggi : 638
Numero di Crediti : 3710
Reputazione CicloSpassionata : 172
Data d'iscrizione : 04.02.14
Età : 67
Località : Bergamo

Re: Politica, Economia e Attualità

Messaggio Da angelo francini il Dom Mag 25, 2014 10:37 am

a Prof
e come risolviamo il problema: non certo con la rivoluzione armata, perché é faticosa e rischiosa, e poi chi ce la fa fare?
Come cambiamo il sistema quando lasciamo al sistema la decisione su come deve essere gestito il sistema?
Europa, una grande parola, in cui si decidono solo un mucchio di cose che non incidono sulla modifica della nostra società: il blocco dei governi nazionali non ha permesso il realizzarsi del progetto originario che era alla base dei padri dell'Europa!
Manco in campo monetario si é creata l'Europa: vediamo che conta di più cosa decide la Banca tedesca che la BCE.
E non succede nulla per i motivi detti all'inizio: non per la democrazia, ma perché forse vi è un poco più di civiltà che ci frena .............

Avevo un insegnante a scuola che ci diceva che la cosa più difficile era far capire ad un ignorante che lo era veramente senza però offenderlo usando un giro di parole! Diceva che in italiano esiste una parola per ogni situazione e quindi andava usata in modo diretto: così non si correva il rischio che l'altro, non capendo, lo prendesse per un complimento.
avatar
BenoixRoberti
Tour de France
Tour de France

Messaggi : 7693
Numero di Crediti : 23648
Reputazione CicloSpassionata : 259
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 52
Località : Milano

Re: Politica, Economia e Attualità

Messaggio Da BenoixRoberti il Dom Mag 25, 2014 10:51 am

@prof ha scritto:Infatti, la democrazia (se ha ancora un senso chiamarla cosi') funziona in questo modo e non tiene conto di coloro che, con tutta probabilità, sarebbero piu' propensi al cambiamento e hanno sviluppato un maggior senso critico che li porta a rifiutare in toto la mediocrità del sistema politico attuale e dei suoi personaggi.
Tutto lascia prevedere che il sistema democratico occidentale,come concepito sino ad ora, sia poco adatto a governare le società del futuro. Ovunque sorgono oligarchie e dinastie che sono ormai in grado di controllare ed indirizzare i flussi elettorali: è un nuovo dispotismo che sta, sempre piu' velocemente, dando vita ad un totalitarismo capace di annientare l'individuo. Con una semplice decisione di vertice, di carattere tutto ideologico, si è imposto un superstato (l'Europa), impoverendo e massacrando intere nazioni ricche di piccole imprese e con una classe media diffusa, tutti quanti sacrificati ai superiori interessi di una ristrettissima oligarchia. Non si può dire che il principale alleato di questa operazione non sia stato proprio quello che noi chiamiamo "sistema democratico occidentale", ormai ridotto ad un paravento dietro cui orchestrare le manovre piu' sordide
Mi vien da sorridere (amaramente) a leggere i post di Angelo e Prof, perché credo che noi si abbiano tre idee politiche di "vago" riferimento diverse fra loro.
Dico così perché mi sento di condividere totalmente le basilari idee di democrazia espresse.
Il problema forse non è la democrazia, ma proprio le basi su cui questa si innesta.
A rischio non c'è la rappresentanza politica (che il fast food o mainframe ci offre ipocritamente comunque), ma proprio il modello con cui la rappresentanza si costituisce.
L'Europa è nata su una carta che è la negazione della democrazia.
Le elite economiche mondiali hanno costruito una criminale struttura che è un ritorno al Medio Evo, perché senza la minima investitura popolare, ma generate da nomine a seguito di nomine frutto di suffragio.
Le nostre criminali elite politiche italiane al potere (corrotte marce) hanno svenduto la socialità ed imprenditorialità italiana.
Siamo entrati (salvo qualche decina di migliaia di persone, pochissime) come sistema Paese tra i nuovi paria d'Europa.
I nostri cittadini non hanno stato sociale e le nostre aziende piccole e medie sono taglieggiate letteralmente da uno stato ladro asservito alle nuove gerarchie europee.
Io, nonostante tutto, resto legato al pensiero filosofico occidentale (che non è quello amerikano o turbokapitalista come la retorica di sinistra ha sempre identificato), bensì quello che nasce dall'antica Grecia e arriva ai giorni nostri, ai giorni del dopoguerra, quelli in cui politici che avevano una visione ed una idealità genuina avevano risparmiato alla Germania vessatorie imposizioni sui debiti di guerra. Peccato che alcuni nipoti se ne siano poi dimenticati.
L'Europa va rifatta.

Aggiungo un mio vecchio pallino. Da vicino di casa del modello elvetico, non posso non farmi influenzare dalla loro democrazia. Ho con gli svizzeri un "ancestrale" rapporto di amore-odio, ammirazione-disprezzo.
Li disprezzo quando sono gretti, ma resto ammirato dalla qualità sostanziale (mai ideologica) dei loro dibattiti su economia, stato sociale e diritti (i loro).
Li odio per il loro nazionalismo montagnino, provinciale, li amo per la sensibilità sociale e la responsabilità collettiva, il loro senso civico e la loro identità nazionale divisa in almeno tre comunità distinte.

Comunque la si pensi, quale popolo avrebbe votato contro ad un reddito minimo garantito di circa 3250 euro?
Che razza di senso civico e che qualità collettiva si deve avere per prendere simili decisioni?
Piaccia o non piaccia hanno deciso gli svizzeri. Noi paria italiani per queste cose non possiamo esprimerci.
Siamo figli di un dio minore.
Le democrazie europee sono in crisi? Sì, serve più democrazia ... dal basso.
Non si tratta di dare il potere al popolo, ma solo di farlo esprimere e confrontare con tutti i mezzi possibili.
E oggi ne abbiamo tanti.


************************


Il più pulito ha la rogna, e chi più ha la rogna comanda lo sport.

angelo francini
Paris-Nice
Paris-Nice

Messaggi : 638
Numero di Crediti : 3710
Reputazione CicloSpassionata : 172
Data d'iscrizione : 04.02.14
Età : 67
Località : Bergamo

Re: Politica, Economia e Attualità

Messaggio Da angelo francini il Dom Mag 25, 2014 12:52 pm

@ Benoix
Ne abbiamo, o crediamo di averne? Abbiamo i mezzi per criticare, ma per cambiare quale mezzo democraticamente "civile" abbiamo: quello di farci credere che noi scegliamo, quando invece scelgono solo e comunque loro....

prof
E3 Harelbeke
E3 Harelbeke

Messaggi : 1032
Numero di Crediti : 4622
Reputazione CicloSpassionata : 80
Data d'iscrizione : 07.05.14

Re: Politica, Economia e Attualità

Messaggio Da prof il Dom Mag 25, 2014 1:07 pm

Carissimi Angelo e Ben,
Registro solo un problema, una tendenza, una realtà che sta emergendo in tutta evidenza: il sistema di democrazia rappresentativa occidentale è in profondiassima crisi ed ha originato nuove oligarchie e nuovi dispotismi che si stanno facendo sempre piu' affamati e feroci.
La soluzione forse è ancora nella nostra Storia: nostra Storia di italiani e dispensatori di civiltà a tutto il resto dell'Europa. L'unità d'Italia ha creato problemi enormi tra Nord e Sud, problemi che si sono sempre piu' aggravati e che vengono replicati in questa criminale Unione Europea.
Non sono mai stato Leghista, non ho nemmeno mai votato per la Lega ma è innegabile che la strada dell'indipendenza dei popoli è l'unica che possa essere percorsa in questo momento: la citazione dell'esempio svizzero, ad opera di Ben, direi che cada piu' che a fagiolo. Se ci riesce la Svizzera, perchè mai non dovremmo riuscirci noi che siamo stati gli artefici del Medio Evo, il periodo di piu' grande sviluppo sociale, economico, finanziario che la nostra storia abbia mai conosciuto ?
avatar
BenoixRoberti
Tour de France
Tour de France

Messaggi : 7693
Numero di Crediti : 23648
Reputazione CicloSpassionata : 259
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 52
Località : Milano

Re: Politica, Economia e Attualità

Messaggio Da BenoixRoberti il Dom Mag 25, 2014 1:09 pm

@angelo francini ha scritto:@ Benoix
Ne abbiamo, o crediamo di averne? Abbiamo i mezzi per criticare, ma per cambiare quale mezzo democraticamente "civile" abbiamo: quello di farci credere che noi scegliamo, quando invece scelgono solo e comunque loro....
I poteri sono forti, ma non onnipotenti.
Il risultato svizzero è stato sorprendente. E segue di qualche tempo il primo referendum sul contenimento dei guadagni dei manager. Una cosa è certa, gli svizzeri non vivono la nostra stessa frustrazione da mancanza di rappresentanza e di espressione. Magari importare un po' della loro cultura civico-politica? Piccoli passi, ma per noi rivoluzionari.
La destra ama la delega, la sinistra ritiene non sia il caso di far pronunciare il "popolo-bue" (un popolo incapace di raggiungere il loro livello culturale e politico, a detta loro) ... e noi non possiamo esprimerci, sempre obbligati alla delega ed alla frustrazione elettorale.


************************


Il più pulito ha la rogna, e chi più ha la rogna comanda lo sport.

angelo francini
Paris-Nice
Paris-Nice

Messaggi : 638
Numero di Crediti : 3710
Reputazione CicloSpassionata : 172
Data d'iscrizione : 04.02.14
Età : 67
Località : Bergamo

Re: Politica, Economia e Attualità

Messaggio Da angelo francini il Dom Mag 25, 2014 1:45 pm

Non paragoniamoci agli svizzeri: difatti sono svizzeri.
Perfetti nel loro paese, però appena escono tornano ad essere quello che ognuna delle loro tre identità storico culturali rappresenta. Guardiamo un ticinese appena varca il confine a Chiasso: peggio di noi!
Ma i giochi in ballo in Europa sono talmente alti che ormai chi governa ha creato un sistema che solamente con l'azzeramento dello stesso sarà possibile cambiare!
Democraticamente sarà difficile questo cambiamento: l'unico strumento democratico che può provocare la fine di questa "schifosa" versione dell'Europa é la morte dell'Euro. Allora tutto crollerebbe e si potrebbe crearne una nuova basato su una vera unione politica di regioni politicamente omogenee: ma chi incorpora queste capacità oggi per raggiungere un simile risultato?

Nessuno di coloro che si occupano di politica, poiché sono tutti proiettati al raggiungimento del loro "personale" interesse!
avatar
BenoixRoberti
Tour de France
Tour de France

Messaggi : 7693
Numero di Crediti : 23648
Reputazione CicloSpassionata : 259
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 52
Località : Milano

Re: Politica, Economia e Attualità

Messaggio Da BenoixRoberti il Dom Mag 25, 2014 2:28 pm

Per rimanere nelle vergogne di questa Europa e del nostro governo.
Un doveroso ricordo ciclistico di Andrea Rocchelli,


Andrea Rocchelli è il reporter piacentino morto sotto un deliberato bombardamento delle milizie "regolari" ucraine, quelli che per le nostre tv, per lo scandaloso Tg3 e per la embedded inviata di guerra Rai Lucia Goracci sarebbero i "buoni".

Spero che l'uccisione di Andrea non sia una uccisione deliberata, ma solo una ennesima triste conseguenza di guerra.

Qualche tempo fa durante la strage di mano ucraina di Odessa alcuni reportage riferirono di uomini incappucciati della milizia che parlavano italiano. Sono stati fatti anche nomi di personaggi equivoci della estrema destra italiana, probabilmente legati ai nostri servizi ed al nostro vertice petrolifero, che sarebbero inquadrati nelle più efferate formazioni paramilitari ucraine. E' un paradosso che fa riflettere, visto che da qualche anno l'estrema destra italiana non nascondeva simpatie per il nuovo zar russo. La nostra vecchia Europa e la nostra Italia di centrosinistra invece di spegnere la polveriera ucraina ed evitare il macello delle popolazioni si fanno incoscientemente fronte attivo e lavorano per armare anche gli altri paesi caucasici.
Non sono filo-russo, né filo-ucraino. Semplicemente mi spaventa che un giorno le stesse dinamiche possano arrivare anche nel nostro Paese, per depredarlo delle sue enormi ricchezze culturali, come sta avvenendo ad esempio in Siria, paese ricco di storia e di reperti, anche di epoca romana, che vengono distrutti o saccheggiati per acquistare armi nel vicino mercato turco, arricchendo spregiudicati uomini d'affari del paese della mezzaluna.


************************


Il più pulito ha la rogna, e chi più ha la rogna comanda lo sport.
avatar
BenoixRoberti
Tour de France
Tour de France

Messaggi : 7693
Numero di Crediti : 23648
Reputazione CicloSpassionata : 259
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 52
Località : Milano

Re: Politica, Economia e Attualità

Messaggio Da BenoixRoberti il Dom Mag 25, 2014 7:55 pm

Ognuno spara un po' di sondaggi tra cavalli e cardinali. Gli svizzeri ci fanno invece un business.

http://notapolitica.it/2014/05/21/corse-clandestine-ippodromo-san-walter-giuliano-2/

http://www.youtrend.it/2014/05/19/voci-dal-concistoro-europeo-n-6-camerlengo-genova-vicino-sorpasso/

http://www.tio.ch/News/Estero/792306/Sondaggio-esclusivo-Grillo-non-ce-la-fa-Renzi--6--ma-l-Italia-non-lo-sa/


************************


Il più pulito ha la rogna, e chi più ha la rogna comanda lo sport.
avatar
BenoixRoberti
Tour de France
Tour de France

Messaggi : 7693
Numero di Crediti : 23648
Reputazione CicloSpassionata : 259
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 52
Località : Milano

Re: Politica, Economia e Attualità

Messaggio Da BenoixRoberti il Lun Mag 26, 2014 12:02 am

Italiani governativi all'ennesima.
Un intero blocco di elettorato è passato da Forza Italia/Pdl al partito di Renzie.
Le prime tendenze mostrano questo epocale sommovimento (ma solo in termini elettorali, non in termini politici).
Il problema adesso diventa generazionale, perché l'elettorato è spaccato fra anziani (garantiti) e giovani (mazzolati). Si è innescata una bomba che sarà molto difficile disinnescare, perché il popolo dei vessati e dei non garantiti potrebbe anche esplodere ed il Pd potrebbe essere costretto a mostrare la vera faccia di quel partito.
Per l'Italia e per l'Europa non si prospetta una fase facile, bensì diversi muri contro muri, perché la situazione economica è tremenda e perché chi è chiamato a dare non ha più nulla da offrire.
L'Europa si sta spaccando su più fronti.



************************


Il più pulito ha la rogna, e chi più ha la rogna comanda lo sport.
avatar
BenoixRoberti
Tour de France
Tour de France

Messaggi : 7693
Numero di Crediti : 23648
Reputazione CicloSpassionata : 259
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 52
Località : Milano

Re: Politica, Economia e Attualità

Messaggio Da BenoixRoberti il Lun Mag 26, 2014 12:51 am

Da segnalare questa grave violazione di legge de La Repubblica oggi alle 16, quando l'organo della purezza e delle virtù politiche ha pubblicato gli exit polls.
Vergognosi cialtroni. Ma i magistrati chiuderanno ovviamente entrambi gli occhi.





************************


Il più pulito ha la rogna, e chi più ha la rogna comanda lo sport.

prof
E3 Harelbeke
E3 Harelbeke

Messaggi : 1032
Numero di Crediti : 4622
Reputazione CicloSpassionata : 80
Data d'iscrizione : 07.05.14

Re: Politica, Economia e Attualità

Messaggio Da prof il Lun Mag 26, 2014 10:51 am

Hai detto giusto, Ben: si è spaccato finalmente il muro euro-conformista che ha fin qui fatto da sponda all'affermarsi della oligarchia del Nord Europa. Ora abbiamo due grandi forze: UKIP e FN e questo è il vero dato da cui partire per ridisegnare il futuro.
Ancora una volta l'Inghilterra ci viene in soccorso: un paese, forse l'unico rimasto, in cui la parola democrazia abbia ancora un senso.
Il vento dovrebbe cominciare a cambiare.

Purtroppo l'Italia non si smentisce ma non dobbiamo pensare che Renzie possa durare a lungo, la sua caduta è imminenente e il botto sarà bello grosso. Purtroppo abbiamo avuto la sfiga di trovarci un Grillo tra i piedi, con i suoi messaggi ambigui che hanno confuso l'elettorato ma, se partiamo da oggi, vediamo che il fronte antieuropeo è bello vasto e può facilmente arrivare alle percentuali odierne del PD: non sarà facile ma bisogna lavorare in quella direzione e creare noi il ns. FN. M5S ha raccolto un voto che dovrebbe appartenere ad un'area genuinamente antieuropeista: lo ha fatto facendo credere di esserlo, antieuropeista, cosa falsa e sulla quale ha giocato con astuta (o stupida?) ambiguità.

In realtà, Grillo è stato il cemento europeista in Italia: Grillo ha salvato l'euro della Merkel dall'avanzata del nuovo realmente democratico. Grillo è l'agente della reazione globale dell'asse obamian-merkeliano. Se al suo posto vi fosse stato un altro Farage, oggi l'euro sarebbe vicino al crollo. Questo è un dato di fatto su cui si dovrebbe riflettere: questa è la lettura del voto italiano.

Io non so se, nel caso M5S si tratti di una eterogenesi dei fini: tendo a negarlo in quanto ho sempre nutrito, dentro di me, la convinzione che fosse un movimento di sinistra, ambiguo e di fatto reazionario. Ovviamente nulla a che vedere con la campagna del Berlusca, interna allo stesso fronte grillin-renziano.

Non so, magari la mia è una lettura che ad alcuni potrà apparire farneticante circa risultato di queste elezioni ma, non ne sarei cosi' convinto.
avatar
BenoixRoberti
Tour de France
Tour de France

Messaggi : 7693
Numero di Crediti : 23648
Reputazione CicloSpassionata : 259
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 52
Località : Milano

Re: Politica, Economia e Attualità

Messaggio Da BenoixRoberti il Lun Mag 26, 2014 1:09 pm

Prof,
io, come sai, non sono abituato a guardare le apparenze, ma a sollevare la crosta ed a guardare cosa c'è sotto.
Grillo non è il leader del M5S. Ne è il fondatore ed il simpatizzante più famoso.
Credere che lui possa rappresentare un fronte politico sostanziale nel quadro europeo è quanto meno velleitario. Ma ciascuno è libero di vederla come vuole.
Io so che ieri hanno vinto le banche (nelle cui fondazioni ci sono coloro che nominano i vertici del PD), quelle stesse banche gratificate qualche mese fa da Renzi, che da oggi diventeranno ancora più aggressive nell'assalto al patrimonio residuo degli italiani non mafiosi.
Gran parte degli italiani ha votato per la costruzione della TAC (non TAV) che costerà una follia e darà tanti soldi alle mafiosissime "Cooperative rosse", una vera emergenza cancerogena di questo Paese.
Nei prossimi anni avremo ancora "Grandi Eventi" a gogo.
Ci sarà lavoro per tutti, lavoro sotto pagato, lavoro che sarà messo all'asta magari in un reality show.
Io detesto alla radice il Partito Democratico, anche per avere letto ed indagato alla radice sulla scalata al potere di questo leader, di cui da italiano mi vergogno come un ladro (e la definizione non è casuale).
Ieri c'è stato un terremoto e le conseguenze sociali e politiche non tarderanno a palesarsi.
La marea di pensionati che per 80 € (l'ho sentito con le mie orecchie quanto abbia pesato) ha dato il voto a Renzi, adesso le loro pensioni le andranno a chiedere a lui personalmente.
La parte produttiva del Paese (i piccoli imprenditori ed i tanti dipendenti precari) non ha più le risorse per finanziarle.
Continuerà la delocalizzazione massiccia e criminale delle grandi aziende e tanti piccoli (mi ci metto anch'io) sposteranno le loro sedi all'estero.
C'è una parte non piccola del Paese che si ribellerà, e stavolta quel malcontento (che viene da una parte giovane e molto acculturata del Paese, a differenza dei beoti pensionati) sarà esplosivo, stavolta rappresentato da estrema destra. Bel risultato, per le conseguenze disgreganti che ciò potrebbe avere.

I piccoli si faranno rappresentare militarmente da una parte politica violenta per far valere le proprie ragioni.
Questa è la principale conseguenza di un ladrocinio imposto da una parte del Paese che non ha e non vuole aver una visione collettiva. Il condominio Italia sarà spezzettato e dovremo pagare dei terzi (le banche) ogni volta che attraverseremo le parti comuni, oppure prendere gli ascensori scortati dagli skinheads. La giungla ha vinto.

Ieri i miei hanno ricevuto una telefonata da call center del Pd che li invitava ad andare a votare per evitare il fascismo del Movimento Cinque Stelle (quando queste cose le faceva Forza Italia i piddini sbraitavano).
La parola fascismo sta riprendendo valore ed un significato positivo per alcuni non molto storicamente informati. Gli intellettuali prezzolati di sinistra saranno contenti, ma in fondo molti di loro il fascismo lo hanno sempre evocato.

A questo punto io ritengo che non si debba perdere tempo e che si debba riconoscere il ruolo dei veri eroi di questo Paese: diamo il cavalierato ai nostri eroi nazionali Primo Greganti e Gianstefano Frigerio. Onore ai nostri eroi.

Ps. L'Europa non c'è più, ma gli italiani sono tutti filo-europei. Una macchietta di Paese.


************************


Il più pulito ha la rogna, e chi più ha la rogna comanda lo sport.

angelo francini
Paris-Nice
Paris-Nice

Messaggi : 638
Numero di Crediti : 3710
Reputazione CicloSpassionata : 172
Data d'iscrizione : 04.02.14
Età : 67
Località : Bergamo

Re: Politica, Economia e Attualità

Messaggio Da angelo francini il Lun Mag 26, 2014 1:30 pm

Il voto di ieri é un voto strano ove certamente hanno pesato le "promesse" che Ben ha sopra richiamato: dimostrazione della nostra (in linea generale) impreparazione politica.
Ieri si é votato per le Europee e non per le politiche "italiane": chi vuole fare questa lettura, fa un grande errore.
Alle prossime elezioni politiche sarà determinante chi ci sarà in campo: Renzi sicuramente, ma siete sicuri che ci saranno ancora Grillo e Berlusconi!
E siete certi che gli "strumenti" usati in questa campagna elettorale da Renzi saranno ancora attuali nella prossima campagna elettorale che ci sarà fra un paio d'anni?
Il voto di ieri gli ha data una sorta di legittimità che non aveva prima: nel semestre della sua presidenza europea lo saprà usare per fare quei cambiamenti che sono necessari. E per farlo sappiamo che dovrà addivenire a patti con il centro destra europeo.
In ambito nazionale come si comporterà con quella parte di parlamentari grillini che da stamani saranno a starnazzare alla sua corte (visto la loro originaria provenienza): farà accordi con loro e butterà a mare il centro destra, che poi si ritroverà contro a Bruxelles.
Comunque vedremo, però è bello in TV sentire un esponente importante dei grillini affermare: un italiano su cinque ha votato Grillo e constatare che nessuno dei presenti gli faccia rilevare che non era esatta la sua esposizione poiché semmai é un italiano su 09 che ha votato per Grillo.
avatar
BenoixRoberti
Tour de France
Tour de France

Messaggi : 7693
Numero di Crediti : 23648
Reputazione CicloSpassionata : 259
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 52
Località : Milano

Re: Politica, Economia e Attualità

Messaggio Da BenoixRoberti il Lun Mag 26, 2014 1:46 pm

Francio chi se ne frega delle politiche? Chi se ne frega di centrodestra e centrosinistra?

Ieri c'erano delle elezioni importantissime. Quel parlamento, nella sua maggioranza lo ha eletto il 17-18% forse dell'elettorato europeo, ma quello è il Parlamento che decide.

Una volta il Parlamento europeo era un simpatico consesso che si occupava del sesso degli angeli e dava indirizzi di nobile levatura.
Oggi il Parlamento Europeo decide la vita e la morte delle nostre comunità, della nostra antica ed antiquata agricoltura, la vita e la morte di autoctone coltivazioni millenarie.
Quel Parlamento e la relativa Commissione (non eletta da nessuno) ha imposto la morte di vitigni e frutteti siciliani affidando risorse per la riconversione ai potentati mafiosi di quella regione.

Ma tu lo sai quanto mi frega di centrodestra e centrosinistra quando il tessuto economico-produttivo basale del mio Paese va a rotoli? Faccio un lavoro che da anni mi costringe a vedere loghi e marchi di qualità fasulla. Per me i partiti sono la stessa cosa.

Pensare che quelli del M5S possano diventare contigui al PD è delirante. Sono due aree ormai avversarie nell'anima. Il Pd è il massimo della politica della delega e dell'assenza sostanziale di democrazia. Il Pd è il partito di Napolitano e della trattativa stato-Mafia.
Il M5S potrebbe sparire e con questo movimento il suo elettorato gonfierebbe l'area dell'astensione.
Ho votato poco negli ultimi dieci anni, ora io non lo farò più.
Spazio a Renzi, a Berlusconi, alla mafia ed agli skinheads. Inevitabile conseguenza.

Ps. Giusto per ridicolizzare a dovere destra e sinistra: sono felice della vittoria di Marine Le Pen e di Alexis Tsipras.
Adesso che qualcuno mi dica che ho le idee confuse, ma lo faccia con buoni argomenti Smile


************************


Il più pulito ha la rogna, e chi più ha la rogna comanda lo sport.

prof
E3 Harelbeke
E3 Harelbeke

Messaggi : 1032
Numero di Crediti : 4622
Reputazione CicloSpassionata : 80
Data d'iscrizione : 07.05.14

Re: Politica, Economia e Attualità

Messaggio Da prof il Lun Mag 26, 2014 2:52 pm

Ben, io sono antieuro della prima ora (non euroscettico, antieuro vero e proprio). Avevo capito fin da subito che sarebbe finita cosi'.
Siccome ho sempre ragionato in questa logica, vedere oggi che il 25% dei voti italiani (tutti giovani, artigiani, piccoli imprenditori incazzati ed onesti e, quel che piu' importa, genuinamente e potenzialmente antieuro) sarà parcheggiato e confinato in un limbo  impotente, fa male, molto male. Quel 25% poteva unirsi ad altri movimenti aventi lo stesso obiettivo strategico, l'uscita dall'euro e si arrivava, facilmente al 35% dei voti. Tre partiti di quelle dimensioni nei tre paesi piu' importanti d'Europa, avrebbero determinato in breve l'uscita da questa moneta assassina.

L'obiettivo strategico era quello; non averlo capito è una gravissima colpa storica che fa sorgere il dubbio che sia stata perseguita da qualcuno con lucidità. Io ne sono sempre piu' convinto e Grillo ed il suo movimento sono stati gli utili idioti di questo salvataggio in corner dell'euro.

Per Renzie e il PD è chiaro che gli 85 euro sono stati il prezzo del tradimento ma è altrettanto chiaro che la sua vita politica non sarà lunga. Il botto si sta già facendo sentire ...
avatar
BenoixRoberti
Tour de France
Tour de France

Messaggi : 7693
Numero di Crediti : 23648
Reputazione CicloSpassionata : 259
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 52
Località : Milano

Re: Politica, Economia e Attualità

Messaggio Da BenoixRoberti il Lun Mag 26, 2014 3:38 pm

Il superamento dell'Euro, di questo euro, è una cosa, ma gli italiani, come altri europei, non vogliono (direi giustamente) sopprimere l'Europa.
La confusione voluta e ben perseguita fra Euro ed Europa ha funzionato benissimo, elettoralmente.
L'elite eurocratica ha ottenuto un risultato eccellente ed il migliore è proprio quello suggellato da Renzi e dal suo partito.
Uno degli stati più massacrati dalla crisi imposta dall'Euro (oltre che dai problemi endemici italiani) ha votato per le formazioni politiche più responsabili della stessa. Fossi la Merkel rincarerei la dose. Questo Paese chiede a gran voce di essere spolpato.Embarassed 

Non ci resta che attenderne l'esito, l'applicazione radicale del fiscal compact votato dai partiti criminali.
Avremo il paradosso di una popolazione di giovani acculturati con paghe da fame e senza diritti mentre masse di pensionati ignoranti avranno (forse) pensioni aumentate di 80 €.

Io devo darmi una mossa e dopo domani con un paio di amici ho appuntamento a Lugano per aprire una attività là. Per me sarà un ritorno a casa, vista l'origine della mia famiglia.
Ciao Italia, ciao Mafia. Laughing 

Ps. Lo scenario lucido che tu Prof delinei è oggettivo, ma devi tenere in considerazione che era necessario creare una rappresentanza politica staccata dagli antichi e sterili richiami della foresta.
Dentro il Movimento Cinquestelle, come pure nella vita integrata della società di ogni giorno, ci sono persone della vecchia destra e della vecchia sinistra, ma sono soprattutto persone giovani che non riescono più a vivere il presente con gli occhi del novecento. Era una risposta di una parte troppo anagraficamente identificabile della popolazione.
Per molti era l'ultimo appiglio per costruire assieme una nuova società civile, non basata sul ladrocinio, una sorta di pre-politica di rianalisi dei valori fondanti di una società (né di destra, né di sinistra).
Ieri l'amministratore del condominio Italia ha promesso agli anziani del condominio di non pagare il riscaldamento.
Quelli giovani decideranno di vendere casa e comprarla in un altro condominio. I giovani che resteranno nel condominio pagheranno il conto dopo aver comprato un po' di coltelli e derubato gli appartamenti delle vecchiette. L'amministratore continuerà ad essere nominato dagli anziani ed a prendere la percentuale sulla fornitura di carburante e su tutte le altre forniture.
Gli anziani andranno in rovina e dovranno cedere i loro appartamenti, che saranno comprati dalla immobiliare dell'amministratore. Chi di loro vorrà continuare a vivere nel condominio dovrà tornare a lavorare e pagare l'affitto.
E tutti in coro diranno: GRAZIE SIGNOR AMMINISTRATORE, com'è buono lei. Laughing


************************


Il più pulito ha la rogna, e chi più ha la rogna comanda lo sport.

vallelvo
Giro di Lombardia
Giro di Lombardia

Messaggi : 3067
Numero di Crediti : 10524
Reputazione CicloSpassionata : 573
Data d'iscrizione : 05.08.13

Re: Politica, Economia e Attualità

Messaggio Da vallelvo il Lun Mag 26, 2014 3:49 pm

Premetto che non amo la politica in generale.

Non credo che gli 80 euro promessi abbiano fatto pendere il piatto della bilancia da quella parte. Forse non sono piaciuti i tanti starnazzamenti e si è data la preferenza a quello che insultava meno.
 
Ho lavorato per quarant'anni nell'import-export. Qui nel biellese gli  utili per le aziende erano alti. Il guadagno maggiore era dato dalla differenza cambio della nostra povera liretta. Bastava saper gestire bene la valuta acquisto/vendita ed il gioco era fatto. Oggi non è più così, gli stabilimenti hanno chiuso, le persone continuano a perdere il lavoro e c'è la povertà. Colpa della politica, delle banche, ecc., non so, forse la società viveva al di sopra delle sue possibilità.

Ho molti dubbi che per risolvere i problemi del nostro  Paese sia sufficiente  uscire dall'euro.

Questo è il pensiero di una persona semplice che di acqua sotto i ponti ne ha vista passare tanta. Non so argomentare oltre.
Un  po' di ottimismo, non guasta, dai  i pensionati, i vecchietti si accontentano di poco. bom
avatar
BenoixRoberti
Tour de France
Tour de France

Messaggi : 7693
Numero di Crediti : 23648
Reputazione CicloSpassionata : 259
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 52
Località : Milano

Re: Politica, Economia e Attualità

Messaggio Da BenoixRoberti il Lun Mag 26, 2014 4:05 pm

@vallelvo ha scritto:Ho molti dubbi che per risolvere i problemi del nostro Paese sia sufficiente uscire dall'euro.

Questo è il pensiero di una persona semplice che di acqua sotto i ponti ne ha vista passare tanta. Non so argomentare oltre.
Un po' di ottimismo, non guasta, dai i pensionati, i vecchietti si accontentano di poco. bom
Vall, l'euro non è solo un tasso di cambio nell'import export. Fosse quello sarebbe semplicemente un fattore matematico.
L'euro è una gabbia tremenda fatta di imposizioni capestro e di cessioni di sovranità sostanziale ad un sistema bancario criminale, nascosto dietro il paravento europeo.

Se tu ti trovassi con una sanzione di oltre 100.000 euro per maggiori spese non riconosciute da un fisco delinquenziale e taglieggiatore vorrei vederti, e vorrei vederti a sentire le promesse dei politici che ti dicono di rivolgersi a loro per risolvere il "problemino". Io piuttosto che adeguarmi faccio la fame.
Sono per natura un buon ottimista (qualcuno mi accusa di questo anche qua nel forum Smile), ma non riesco ad arrivare a tanto. E' vero ciò che dici, uno che usa belle parole è sempre più simpatico ed accettato di chi urla e ti dice quale sia la realtà delle cose. Non per nulla chi rapina la pensione alle vecchiette si presenta sempre in giacca e cravatta e con un bellissimo taglio di capelli, l'è semper un bell fiò.
Io all'Italia ho dato, adesso anche a me andrà benissimo Renzi. Very Happy
Adesso penso a salvarmi le chiappe da un'altra parte e saranno in tanti a farlo. Poi vedrete cosa vi aspetta, quando le cose crolleranno e taglieranno lo stato sociale, quando dalla Vall'Elvo dovrai andare a Torino per trovare il primo ospedale, ovviamente di proprietà di qualche cooperativa rossa.


************************


Il più pulito ha la rogna, e chi più ha la rogna comanda lo sport.

angelo francini
Paris-Nice
Paris-Nice

Messaggi : 638
Numero di Crediti : 3710
Reputazione CicloSpassionata : 172
Data d'iscrizione : 04.02.14
Età : 67
Località : Bergamo

Re: Politica, Economia e Attualità

Messaggio Da angelo francini il Lun Mag 26, 2014 4:16 pm

Caro Benoix, ieri quali importantissime elezioni vi erano? 
Parliamo di competenze non per partito preso. Cosa cacchio conta questa Europa e cosa può modificare nei grandi panorami che permettono di rivedere ed emanare le politiche fondamentali necessarie per una ripresa economica nel nostro continente: nulla.
Nulla, perché non vi é un'unica identità politica, non vi é un unico esercito, non vi é un'unica politica industriale, non vi é un'unica politica estera. 
Di unico vi é solamente la competenza per stabilire quale data deve essere apposta sulle scatolette dei pelati, o se i preservativi possono sapere di mela o di cioccolato: questo alla fine é quello che deliberano quei 751 pelandroni che costituiscono il parcheggio dei trombati/esclusi dalla politica dei loro paesi.
Europa é solo un nome: vuoto dei significati che i padri europei volevano per la nuova "Europa".
Ma tu pensi che in questa situazione i governi (e parlamenti) dei singoli paesi davvero vogliono cambiare il giocattolo europeo che si sono creati in questi ultimi 20/25 anni?
Fanno finta di litigare, ma poi silenti si approvano le carte: d'altronde chi oggi é in Europa vi é non per mandato popolare, ma perché qualcuno che governa nel suo paese d'origine ha detto l'ok all'inserimento del suo nome in quella data lista.
E vuoi che chi é in Europa si muova contro colui che dovrà decidere la sua prossima collocazione o magari farlo restare a piedi?
Affermi che vedere i grillini contigui dei PD é delirante. Beh sono convinto che presto ti accorgerai che i grillini in maggioranza erano gli elettori stufi dei vari Bersani più che dei Berlusconi e che già oggi quasi al 50% cercano accordi con il PD renziano.
Difatti chi ha perso é Grillo, non Berlusconi che tutto sommato, con quanto é capitato alla sua parte politica negli ultimi 2/3 anni, ne é uscito discretamente guardando i numeri (FI+FRAT+NDC = quasi 26 %).
E non ha perso solo in questa elezioni, ma anche perché il suo corpo parlamentare al 60% é fatto da persone che arrivano da esperienza di sinistra e verso la quale si rivolgeranno per avere garanzie per il prossimo futuro.
Come dice il prof, Grillo ha perso una grande occasione e alle prossime sarà spazzato via perché allora sarà conclamata la sua inutilità sia in Europa che in Italia.
Dall'altra parte, deve esservi un vero ricambio, che non può semplicemente ricondursi nell'abdicazione di re Silvio a favore della principessa ereditaria Marina.
Poi ognuno é libero di pensare ciò che vuole, siamo liberi in questo, ma la politica é un'altra cosa. 
Purtroppo é una delle cose meno conosciute in Italia.

prof
E3 Harelbeke
E3 Harelbeke

Messaggi : 1032
Numero di Crediti : 4622
Reputazione CicloSpassionata : 80
Data d'iscrizione : 07.05.14

Re: Politica, Economia e Attualità

Messaggio Da prof il Lun Mag 26, 2014 4:27 pm

@vallelvo ha scritto:... non so, forse la società viveva al di sopra delle sue possibilità.
...
Bello il tuo intervento, Vallelvo, molto bello. Come avrai capito, pur avendo passato gli anni dell'università al Poli a Torino, non posseggo il vostro "a plomb", tampoco quello di voi biellesi, piu' Piemontesi dei piemontesi. Sono un sanguigno emiliano di Maranello, piu' o meno il tuo contrario.

Permettimi però di suggerirti che la frase di cui sopra non sarebbe da dire. Abbiamo vissuto come tutti e come paese abbiamo fatto i debiti di tutti, nè piu' nè meno. Non siamo un'etnia inferiore dedita al gozzoviglio ed alla truffa: siamo lavoratori molto piu' di tutti quanti gli abitanti dell'Europa. Piu' vai a Nord e meno lavorano: fattelo dire da chi ci ha vissuto. Dalla Germania alla Finlandia, alla Svezia ed alla Norvegia, tutti quanti lavorano molto meno di noi e creano molto meno di noi; questa è esperienza diretta.

Il Risorgimento, con l'unità d'Italia, ha fatto nascere la Questione Meridionale: un'area con una valuta di valore debole, inglobata da un paese (il Nord Piemontese) a valuta piu' forte, è stata condannata al sottosviluppo da centocinquanta anni. Ora sta succedendo la stessa cosa all'interno dell'Europa: la Germania, la cui valuta è sempre stata forte, si è inglobata l'Italia, paese che ha sempre vissuto con la sua valuta debole. Lasciamo perdere le palle sull'Unità dell'Europa, tutta ideologia e basta; di fatto la Germania si è annessa l'Italia, serbatoio di manodopera a basso costo e territorio di rapina di tecnologie e capacità imprenditoriali da portarsi a casa. Era un concorrente, l'Italia, e se lo sono tolti dalle scatole.
avatar
BenoixRoberti
Tour de France
Tour de France

Messaggi : 7693
Numero di Crediti : 23648
Reputazione CicloSpassionata : 259
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 52
Località : Milano

Re: Politica, Economia e Attualità

Messaggio Da BenoixRoberti il Lun Mag 26, 2014 4:35 pm

Prof sottoscrivo tutto. Purtroppo.

@Francio:
sono ragionamenti da novecento.
FRIC+FRAC+frattocchie+pidocchi= 70%

In Lombardia gli elettori di Bersani sono militarmente nel Piddì e parteciperanno allo spolpamento di questo Paese con le loro cooperative. Ma che dici?! Greganti e Frigerio sono un'unica ditta ormai.

Ma chi se ne fotte del percento!
Ho una sanzione da pagare che non sta né in cielo né in terra. E per pagare le tasse e i professionisti sono indebitato con le banche dei criminali che mi impongono sanzioni inesistenti.
Ma di cosa parliamo Angelo, della telenovela Berlusconi o del horror Pd Kruger?
Non ho tempo per queste cose? E' fiction.


************************


Il più pulito ha la rogna, e chi più ha la rogna comanda lo sport.

prof
E3 Harelbeke
E3 Harelbeke

Messaggi : 1032
Numero di Crediti : 4622
Reputazione CicloSpassionata : 80
Data d'iscrizione : 07.05.14

Re: Politica, Economia e Attualità

Messaggio Da prof il Lun Mag 26, 2014 4:47 pm

Eh, Ben ... benvenuto nel club degli "attenzionati": benvenuto nel circolo dei perseguitati dalla Agenzia delle tasse, creata dal Berlusca e dal suo ministro valtellinese (che gli pigliasse un ...). E' stato proprio il governo del "libertario" Berlusca a concedere al Befera quello che nessun governo di sinistra avrebbe nemmeno mai osato, l'inversione dell'onere della prova. Berslusca si confonde un po', causa l'età: questo è stato l'unico, vero colpo di stato in Italia !

angelo francini
Paris-Nice
Paris-Nice

Messaggi : 638
Numero di Crediti : 3710
Reputazione CicloSpassionata : 172
Data d'iscrizione : 04.02.14
Età : 67
Località : Bergamo

Re: Politica, Economia e Attualità

Messaggio Da angelo francini il Lun Mag 26, 2014 5:06 pm

Caro Ben, tranquillamente, ma allora non parlare di politica.
Come sai ognuno di noi ha i suoi problemi che sono simili a quelli degli altri, ma non possiamo parlare di politica anteponendo i nostri problemi, non é corretto perché così non si viene a capo di nulla.
Sai quante cose potrei raccontarti in questo senso io! Ma cosa avrebbero a che fare con la politica questi miei racconti, non lo riesco a capire: hanno a che fare con la mia vita e con quello che ho vissuto, con le fregature che ho preso, ma in tutta sincerità ritengo che la politica in tutto questo c'entri poco o nulla!
I miei saranno discorsi da novecento, come tu dici, ma ricordiamoci che noi siamo figli di quel novecento che ha dato grandi menti e grandi statisti: oggi non ci sono più in nessun paese!
E se non ci voltiamo a guardare e trovare insegnamenti da quel novecento penso che faremo tutti la stessa fine, in ogni paese andremo a cercare di nasconderci.
E se debbo scegliere in che direzione guardare per vedere un futuro migliore, debbo trovare le soluzioni nel passato (non certamente nel passato recente).
avatar
BenoixRoberti
Tour de France
Tour de France

Messaggi : 7693
Numero di Crediti : 23648
Reputazione CicloSpassionata : 259
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 52
Località : Milano

Re: Politica, Economia e Attualità

Messaggio Da BenoixRoberti il Lun Mag 26, 2014 5:30 pm

@angelo francini ha scritto:Caro Ben, tranquillamente, ma allora non parlare di politica.
Come sai ognuno di noi ha i suoi problemi che sono simili a quelli degli altri, ma non possiamo parlare di politica anteponendo i nostri problemi, non é corretto perché così non si viene a capo di nulla.
Sai quante cose potrei raccontarti in questo senso io! Ma cosa avrebbero a che fare con la politica questi miei racconti, non lo riesco a capire: hanno a che fare con la mia vita e con quello che ho vissuto, con le fregature che ho preso, ma in tutta sincerità ritengo che la politica in tutto questo c'entri poco o nulla!
I miei saranno discorsi da novecento, come tu dici, ma ricordiamoci che noi siamo figli di quel novecento che ha dato grandi menti e grandi statisti: oggi non ci sono più in nessun paese!
E se non ci voltiamo a guardare e trovare insegnamenti da quel novecento penso che faremo tutti la stessa fine, in ogni paese andremo a cercare di nasconderci.
E se debbo scegliere in che direzione guardare per vedere un futuro migliore, debbo trovare le soluzioni nel passato (non certamente nel passato recente).

Angelo io non butto mai via il bambino con l'acqua sporca, anzi l'acqua sporca, se sporca di terra, la uso pure per innaffiare i fiori Very Happy. Oltretutto sono un amante della Storia.
Per dimostrartelo (e per dimostrare il parziale non senso delle tue parole) riprendo la tua frase:
- ognuno di noi ha i suoi problemi che sono simili a quelli degli altri

Cosa c'entra la politica? E' la politica che sta minando la piccola imprenditoria italiana. Il mio caso personale era una risposta riferita all'auspicio verso un ottimismo personale, come scritto da Vallelvo.

Da oggi i problemi sono ancora più miei e come tale dovrò risolverli, lontano dall'Italia, dove (maledico quel giorno) ho voluto fare ritorno.
Mi vien da sorridere a vedere i piemontesi affidarsi al 50% a Chiamparino, l'uomo che ha affamato ed indebitato Torino (e gli effetti dei contratti swap - derivati - non si sono ancora manifestati completamente), poi è andato a fare il banchiere gestendo quel debito per conto del San Paolo ed ora viene promosso a Governatore.
Non c'è altro da dire, solo da ridere Laughing
A piangere ci penseranno i piemontesi. Ma tutto si salverà coi posti di lavoro dell'Alta Capacità che trasporterà le merci da Lisbona a Kiev. Quali merci? Cannoni e bazooka? diavoletto
UN NUGOLO DI LADRI COMANDA UN PAESE DI PIRLA.



************************


Il più pulito ha la rogna, e chi più ha la rogna comanda lo sport.

Contenuto sponsorizzato

Re: Politica, Economia e Attualità

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


    La data/ora di oggi è Mer Nov 21, 2018 10:44 am